14.6 C
Roma
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeInternazionaleIn Romania la “scuola” Nato per i piloti militari dei caccia F16

In Romania la “scuola” Nato per i piloti militari dei caccia F16

Nella base di Fetești inaugurato il Centro europeo per formare non solo i piloti rumeni, ma anche quelli di altri Stati, tra cui l'Ucraina

- Pubblicità -

Inaugurato a metà novembre presso la base aerea di Fetești, il Centro europeo di addestramento F16 in Romania, secondo il Ministero della Difesa di Bucarest, avrà un ruolo importante nell’addestramento dei piloti militari rumeni. Il programma è stato lanciato, a margine del vertice Nato di Vilnius, da una coalizione di Stati, tra cui la Romania, con l’obiettivo di sostenere l’Ucraina, ma anche di creare una piattaforma efficace per l’addestramento dei piloti per gli aerei F16. Il centro è destinato ad essere un hub regionale per la formazione di specialisti militari e faciliterà una maggiore interoperabilità tra gli alleati, rafforzando così la capacità della Nato di rispondere a sfide sempre più complesse nella regione del Mar Nero e nell’Europa orientale.

Secondo l’accordo di cooperazione che costituisce la base della nascita di questo centro, il Ministero della Difesa rumeno fornisce la base aerea di Fetești, le strutture di addestramento e il sostegno della nazione ospitante, i Paesi Bassi forniscono gli aerei F16 e la società Lockheed Martin fornisce gli istruttori e la manutenzione. Il Centro di addestramento F16 accelererà il processo di addestramento dei piloti rumeni, dato che l’esercito rumeno riceverà 32 aerei F16 dalla Norvegia. In questa base di addestramento la Romania formerà non solo i piloti rumeni, ma anche quelli di altri Stati partner, tra cui l’Ucraina.

Presente in questi giorni negli Stati Uniti, dove ha incontrato gli alti funzionari americani, il ministro della Difesa romeno, Angel Tîlvăr, ha dichiarato che la Romania ha la capacità di addestrare militari ucraini in molteplici campi. I colloqui bilaterali romeno-americani hanno riguardato anche il centro di Fetești, poiché gli Stati Uniti apprezzano il ruolo della Romania come hub internazionale nell’addestramento dei piloti militari. Il segretario alla Difesa americano, Lloyd Austin, ha sottolineato gli sforzi compiuti dall’esercito romeno, evidenziando la leadership della Romania, dimostrata con la creazione del Centro F16.

- Pubblicità -

Ipotizzando anche per il prossimo anno lo stanziamento di una percentuale del 2,5% del Pil per il settore della difesa, la Romania si distingue a livello della Nato anche come un importante punto di riferimento nel campo dell’addestramento e della formazione dei militari. Da questo punto di vista, il Centro europeo di formazione F16 promette di essere un progetto di successo.

- Pubblicità -
Antoniu Martin
Antoniu Martin
Storico, giornalista e analista politico romeno, dottore in storia contemporanea. Le sue aree di interesse sono il totalitarismo e la democrazia nel XX secolo, la costruzione europea, il multiculturalismo, la geopolitica, la sicurezza e le relazioni internazionali. Ha pubblicato dei libri sulla storia del comunismo romeno e internazionale, nonché sulla storia del fenomeno iniziatico nell'Europa centrale e orientale. Opinionista per varie pubblicazioni di Romania e d’Italia, in cui pubblica articoli nel campo della geopolitica e delle relazioni internazionali. Tra le pubblicazioni italiane nelle quali lui scrive articoli sulla politica estera della Romania, sulla situazione geopolitica della Repubblica di Moldavia e sulla politica della Romania nei Balcani occidentali ricordiamo: Giornale diplomatico, Notizie geopolitiche, Quotidiano sociale, Expartibus, Corriere della Sera, Pensalibero, L’opinione, La voce repubblicana, Notiziario estero, Ifa news. Membro fondatore dell'Associazione di amicizia italo-romena "Pro Benemerenti" di Piacenza. È il presidente del Centro interregionale per il sostegno e la democrazia di Chisinau, Repubblica di Moldavia. Professore associato presso l'Accademia militare “Alexandru cel Bun” di Chisinau, Repubblica di Moldavia, dove insegna dei corsi sulla costruzione europea, sulla storia della “Guerra fredda” e di geopolitica. Come analista politico per la televisione regionale in Romania e in Italia, è un apprezzato commentatore degli eventi internazionali nel nuovo contesto di sicurezza.
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!