11 C
Roma
sabato 24 Febbraio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàL'estate dei “terremoti artificiali”

L’estate dei “terremoti artificiali”

Dopo l'allarme a Roma per il “sisma” provocato dei fans di Travis Scott, altra singolare allerta nelle Marche: era il “boom sonico” di aerei

- Pubblicità -

L’estate 2023 verrà sicuramente per il caldo eccezionale registrato a luglio, il mese più caldo per temperature medie da quando vengono effettuate queste rilevazioni. Probabilmente verrà anche ricordata come l’estate in cui in Italia ha colpito l’attenzione dell’opinione pubblica il fenomeno dei “terremoti artificiali”: movimenti chiaramente avvertiti dalla popolazione e istintivamente attribuiti a sismi, ma in realtà determinati da eventi umani. Se ne continua a parlare e ad aggiungersi ai temi di discussione è stato un evento decisamente singolare avvenuto nelle Marche: un “boom sonico” causato dal passaggio di uno o due aerei militari a velocità supersonica.

Dopo il concerto di lunedì 7 agosto al Circo Massimo di Roma, responsabile di un piccolo “terremoto” avvertito in molti quartieri della Capitale a causa dei movimenti entusiastici al ritmo della musica della numerosa folla accorsa per l’evento, il 9 agosto sono stati gli abitanti delle Marche, da Ancona a Macerata, passando per Tolentino e Corridonia, di avvertire un sisma provocato dall’uomo. Tanto che il singolare evento è stato anche registrato dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv).

Ed è stato proprio l’Ingv, in una nota diffusa attraverso il proprio blog di divulgazione scientifica, a spiegare il singolare motivo del movimento registrato. Sembra che uno o due aerei militari nei cieli marchigiani abbiano superato la barriera del suono, provocando quello che viene definito un “boom sonico”. Il boom sonico, chiamato anche bang supersonico, in italiano boato sonico, è il suono prodotto dal “cono di Mach” generato dalle onde d’urto create da un oggetto che si muove, in un fluido, con velocità superiore alla velocità del suono.

- Pubblicità -
Un F/A-18C vola a velocità transoniche (Mach 0,8-1,2). La nuvola di condensa è generata dagli effetti dell’aumento della pressione – U.S. Navy photo By PHAN(AW) Jonathan D. Chandler (immagine di pubblico dominio)

Nella zona posteriore dell’aereo si forma una serie di onde di propagazione di forma sferica, generate dalla forte vibrazione sonora, che hanno ampiezza crescente man mano che si allontanano dal punto in cui sono generate. Congiungendone le estremità, si ha la forma di un cono che ha per vertice la prua dell’aereo: è questo il “cono di Mach”, chiamato così dal nome del fisico e filosofo austriaco Ernst Mach, autore di studi sul rapporto tra la velocità di un oggetto in moto in un fluido e la velocità del suono nel fluido stesso. È per questo che il Mach è l’unità di misura della velocità pari a quella del suono.

«Anche in questo caso – spiega la nota dell’Ingv – i nostri sismometri non si sono fatti sfuggire l’evento “sismico”. Quasi tutte le stazioni presenti nelle Marche hanno rilevato il fenomeno», come si vede nella figura qui vicino.

«L’andamento del segnale – prosegue lo studio dell’Ingv, a cura di Simone Marzorati, Alessandro Amato e Concetta Nostro) evidenzia la propagazione dell’onda “sismica” attraverso la regione, con una velocità apparente che è molto più bassa di quella tipica di un’onda che si propaga nella crosta terrestre. In aria, infatti, le onde viaggiano alla velocità del suono, circa 340 m/s (0.34 km/s), mentre nelle rocce le velocità delle onde P sono di alcuni km/s, tipicamente 5-6 km/s nella crosta e oltre 8 km/s nel mantello».

Nella serata dello scorso 7 agosto, l’Ingv ha ricevuto «molte richieste di informazioni da parte di cittadini di Roma che avevano avvertito uno o più terremoti dopo le 21.30». In realtà, non si è trattato di un terremoto: come già avvenuto in occasioni di grandi eventi calcistici (quando l’Italia ha vinto la finale del Campionato europeo nel 2021 o quando il Napoli ha vinto lo scudetto quest’anno) le stazioni della Rete sismica nazionale gestite dall’Ingv hanno registrato in modo evidente l’entusiasmo dei fans di Travis Scott in concerto al Circo Massimo. Lo si vede chiaramente dal tracciato riportato qui di seguito.

- Pubblicità -
Sileno Candelaresi
Sileno Candelaresi
Impegnato nell'associazionismo imprenditoriale, mi interesso professionalmente del settore Horeca (hotellerie, restaurant, catering).
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!