18.5 C
Roma
mercoledì 22 Settembre 2021
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeAmbienteLa Terra domani esaurisce le sue risorse del 2021 per l'umanità

La Terra domani esaurisce le sue risorse del 2021 per l’umanità

Al momento, il genere umano sta consumando le risorse equivalenti a quelle di 1,6 pianeti all’anno. Quest'anno, il giorno-limite cade il 29 luglio, in anticipo rispetto al 22 agosto dell'anno scorso

- Pubblicità -

L’Earth Overshoot Day segna il giorno in cui l’umanità esaurisce le risorse che la Terra riesce a rigenerare nell’arco di un anno, data determinata dal Global Footprint Network calcolando il numero di giorni che la biocapacità della Terra può fornire per l’impronta ecologica dell’umanità. È dagli anni Settanta che l’uomo ha iniziato a consumare più di quanto la Terra producesse e, da allora, il limite è sempre in anticipo a causa della crescita della popolazione e dell’aumento dei consumi.

Al momento, il genere umano sta consumando le risorse equivalenti di 1,6 pianeti all’anno, a sottolineare il fallimento delle sue scelte socio-economiche. Quest’anno, il giorno-limite cade il 29 luglio, in anticipo rispetto al 22 agosto dell’anno scorso. I due principali fattori valutati per Earth Overshoot Day 2021 sono stati le variazioni di emissioni di carbonio e biocapacità forestale dal 1º gennaio.

Dopo la riduzione del 14,5% dell’impronta del carbonio registrata nella prima parte dello scorso anno, dovuta al rallentamento economico globale causato dal Covid-19, le emissioni sono aumentate nuovamente nei mesi successivi, facendo registrare quest’anno un aumento del 6,6% dell’impronta ecologica globale rispetto al 2020. Inoltre, il team di ricerca stima una diminuzione dello 0,5% della biocapacità forestale globale, conseguenza della deforestazione e del degrado dell’Amazzonia.

- Pubblicità -

È chiaro che diventa sempre più necessario diminuire le emissioni di gas serra, ridurre la CO2 da energie fossili, razionalizzare il consumo d’acqua e il prelievo dalle foreste, moderare il consumo di proteine animali, limitare lo spreco di cibo, ridimensionare la produzione di rifiuti. Ciascuno di noi può contribuire a raggiungere questi obiettivi mettendo in atto una delle possibili strategie vincenti, la regola delle 4R: Riduzione, Riutilizzo, Riciclo e Recupero.

Ci vuole tanta inventiva e soluzioni ambiziose, ma soprattutto ci vuole l’impegno di tutti noi!

Facebook https://www.facebook.com/oneworldassociazione
Instagram https://instagram.com/one_world_associazione
Twitter: https://twitter.com/OneworldAss

- Pubblicità -
Matteo Lai
Naturalista, subacqueo, velista ed esperto di educazione ambientale: il mare è la sua passione. Da qualche anno collabora con una società che si occupa di turismo scolastico dove si occupa di educazione ambientale e vela puntando sempre la sua attenzione sui temi della tutela ambientale e della natura. Con la fondazione di One World ha un obiettivo molto semplice: sensibilizzare i cittadini sul valore della tutela ambientale. One World, che ha sede ad Andria (BT), è un’associazione no profit per la tutela ambientale, nata dal desiderio di smuovere la coscienza sociale al fine di radicare nuovi valori ed innescare, così, un circolo virtuoso di comportamenti eco–friendly consapevoli. Tutte le attività che l’associazione One World promuove hanno sempre una valenza educativa finalizzata alla diffusione di una maggiore conoscenza, sensibilizzazione e rispetto dell’ambiente.
- Pubblicità -

Primo Piano