11 C
Roma
mercoledì 24 Aprile 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneRoma, lettera al sindaco sulla storica Casa Papanice: «Intervenite per tutelarla»

Roma, lettera al sindaco sulla storica Casa Papanice: «Intervenite per tutelarla»

Edmondo, l'ultimo erede della famiglia che ha realizzato l'edificio, modello di architettura e set di film, chiede a Gualtieri di intervenire

- Pubblicità -

Cosa intende fare il Comune di Roma Capitale per tutelare il patrimonio storico, architettonico e urbanistico di Casa Papanice? Lo chiede, in una lettera indirizzata al sindaco capitolino, Roberto Gualtieri, il titolare dell’Archivio Casa Papanice, nonché ultimo discendente della famiglia di imprenditori che ha dato alla città di Roma, tra l’altro, il prestigioso immobile, che si trova nel quartiere Nomentano e che ora necessita di interventi conservativi.

Recentemente Edmondo Papanice, che è anche esperto di geopolitica e relazioni internazionali e presidente dell’associazione Halp (Humanitarian aid life programs), ha dato alle stampe un libro in cui parla della storia di Casa Papanice: uno degli immobili più studiati e citati al mondo, progettata nel 1967 dal noto architetto Paolo Portoghesi. Nel libro sono raccontati anche episodi e aneddoti relativi ai film, con notissimi registi e interpreti, che sono stati girati nella Casa.

Oggi Casa Papanice è sede dell’Ambasciata del Regno di Giordania. Per ospitarne gli uffici, l’edificio ha subito una serie di lavori di adattamento. Ora necessita di interventi conservativi.

- Pubblicità -

«È mai possibile che una delle case più studiate al mondo ed opera più celebre universalmente riconosciuta come simbolo dell’architettura italiana postmoderna dell’archistar Paolo Portoghesi non meriti particolari attenzioni presso il vostro Comune?». Così esordisce Papanice nella sua lettera al sindaco Gualtieri, in polemica per il fatto che a una sua precedente mail del 24 novembre scorso non vi sia stata risposta.

«Per le leggi – prosegue Papanice – l’extraterritorialità in materia di edilizia non ricade sulla sede diplomatica e il vostro silenzio genera imbarazzo e preoccupazione per la nostra arte e architettura nonché verso il nostro patrimonio artistico e storico». Per questo, Edmondo Papanice chiede un intervento del Campidoglio sull’Ambasciata perché vengano eseguiti interventi in grado di preservare il patrimonio storico, artistico e architettonico rappresentato da Casa Papanice.

«Ricordo che la precedente giunta – conclude così la sua lettera Papanice – aveva inviato dopo tutta la mia campagna mediatica una lettera ufficiale all’Ambasciata per il ripristino immediato ricordando che il palazzo è presente sulla carta di qualità del Comune di Roma come opera di importante interesse architettonico».

- Pubblicità -
Sileno Candelaresi
Sileno Candelaresi
Impegnato nell'associazionismo imprenditoriale, mi interesso professionalmente del settore Horeca (hotellerie, restaurant, catering).
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!