11.6 C
Roma
lunedì 28 Novembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCultura e spettacoliUna radio per amica. E per dare voce ai talenti nascosti

Una radio per amica. E per dare voce ai talenti nascosti

Condotto dall’effervescente Serena Gray, il salotto del mercoledì sera di Radio Centro Musica è un luogo di incontro, dibattito e buona musica inedita

- Pubblicità -

Obiettivo comune: dare spazio a talenti e voglia di stare insieme. Al via l’innovativo format che caratterizza il mercoledì sera di Radio Centro Musica, affidato alla effervescenza della conduttrice Serena Gray. Una radio che, attraverso il web, si propone di accompagnare le serate degli italiani, stretti fra le restrizioni sanitarie in atto e la voglia di incontrarsi, parlare dei temi che riscuotono maggiore attenzione al momento e ascoltare buona musica, specialmente se si tratta di quella di artisti emergenti, che la radio, come sempre, porta al grande pubblico.

Serena Gray

“Obiettivo comune” è il programma che va in streaming via internet su www.radiocentromusica.it ogni mercoledì dalle 21 a mezzanotte. «Perché “Obiettivo comune”? Perché parto dal presupposto – spiega Serena Gray, che oltre ad essere la conduttrice del programma ne è anche l’ideatrice – che, come me, tante persone si trovano ad affrontare, soprattutto in questo periodo storico, momenti difficili. Ecco, il mio obiettivo è quello di dare risposte e trovare soluzioni, insieme agli ospiti che ad ogni puntata saranno presenti. Gli argomenti che tratteremo nelle varie puntate spaziano da tematiche serie a più leggere, come la musica il cabaret, il cinema, ma anche argomenti di salute, istruzione, politica e tanto altro».

Mercoledì scorso puntata seguitissima dagli ascoltatori, dal tema particolarmente stimolante: la sessualità. Salute, psicologia, relazioni umane, pregiudizi e anche religione gli aspetti attraverso cui gli ospiti in studio hanno affrontato il tema. Con l’intervento anche di diversi ascoltatori, che hanno voluto dire la loro interloquendo con gli esperti. Ne è venuto fuori un confronto aperto, che ha anche prodotto un intervento particolarmente sentito di un ascoltatore sulla pastorale di Papa Francesco.

- Pubblicità -

Mercoledì scorso hanno discusso con gli ascoltatori Alessandra Recine, psicologa, psicoterapeuta familiare e consulente sessuale, Rosamaria Spina, psicoterapeuta, Cinzia Mammoliti, criminologa. Un saluto in diretta è arrivato anche da Al Bano. In studio per l’appuntamento settimanale, con la conduttrice Serena Gray, ospiti fissi come Barbara Rapisardi, coach di bellezza, promotrice di una pagina Facebook molto seguita dedicata alle donne over 40, e Gianni Giacomini, presidente della APS 7 Note  e direttore artistico della scuola di canto Officina musica. Editore Marco Golinelli; direttore Guglielmo Frasca.

E sarà proprio Officina musica a promuovere, nell’ambito del programma, una mezz’ora dedicata, dalle 21.30 alle 22, agli artisti emergenti che vorranno far conoscere la propria voce al grande pubblico della radio. Si tratta di una gara di canto per autori e cantautori. Età minima per partecipare 14 anni. I brani saranno esaminati da una giuria tecnica e da una popolare, ovvero gli ascoltatori della trasmissione, che voteranno attraverso messaggio.

In ogni puntata si ascolteranno sei brani; due ne passeranno alla fase successiva della gara. Cover o inediti possono essere inviati a officinacanto@gmail.com in formato mp3, corredati da generalità degli autori e consenso per la riproduzione dei brani nel corso del programma.

Mercoledì prossimo, altra puntata. Si parlerà di bellezza: “Cure dolci? O chirurgia estrema?”. Interverranno esperti del settore con preziosi consigli.

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli