21.8 C
Roma
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàNettuno, «Troppi corsi all'Istituto di polizia, occorre nuovo personale»

Nettuno, «Troppi corsi all’Istituto di polizia, occorre nuovo personale»

Elvio Vulcano, portavoce nazionale del sindacato di polizia Les: «Lezioni senza pause e addetti prossimi alla pensione. Urgono nuove risorse»

- Pubblicità -

Corsi a getto continuo nell’Istituto di formazione della Polizia di Stato che si trova a Nettuno, sul litorale laziale. Un tour de force che rischia di mettere in crisi il personale, che deve far fronte a una mole intensa di lavoro. A richiamare l’attenzione sulla potenziale situazione di stress a cui si rischierebbe di arrivare è Elvio Vulcano, portavoce nazionale del sindacato Les (Libertà e sicurezza Polizia di Stato).

«Questo regime intensivo di corsi – sostiene il sindacalista – rischia di andare a scapito dei diritti del personale del quadro permanente, che non può più sfruttare i periodi di pausa tra una sessione e l’altra per prendersi qualche giorno di ferie». Con circa 800 persone ospitate solo per il corso di viceispettori, sottolinea il rappresentante del sindacato di polizia, la mole di lavoro dell’istituto è notevole. Vulcano, pur apprezzando l’efficienza nell’accoglienza dei nuovi allievi, rimarca che ciò comporta una continua attività senza pause tra un corso e l’altro.

Lunedì scorso ha preso il via l’ultimo corso in ordine di tempo ad aprire i battenti. È il sesto corso per allievi viceispettori tecnici, che ha visto 150 persone aggiungersi ai 662 corsisti già arrivati lo scorso 3 luglio per il corso per allievi viceispettori (leggi qui: Nettuno, una città sempre in crescita grazie ai corsi dell’Istituto di Polizia). La scuola di polizia ospiterà tutti questi allievi fino al 16 gennaio prossimo.

- Pubblicità -

«Il direttore dell’Istituto di formazione della polizia, il dottor Vincenzo Avallone – continua Vulcano -, ha accolto i nuovi arrivati con grande entusiasmo e impegno. Il personale, dalle maestranze civili a quelle della Polizia, si è adoperato per garantire il miglior benvenuto possibile ai nuovi allievi, anche con un servizio di navetta per agevolare il trasporto dei corsisti dalla stazione ferroviaria. Tuttavia, occorre segnalare le criticità riguardanti l’organizzazione dell’Istituto in ragione del grande numero di allievi e della intensa attività dei corsi».

Per fare fronte a queste criticità, Vulcano propone un aumento del personale assegnato all’Istituto di formazione, accelerando l’iter burocratico che l’attivazione di queste procedure richiede. «Al momento – spiega – la scuola di Nettuno si trova con pochissimo personale e molti di loro andranno in pensione prima del termine del corso, aggravando ulteriormente la situazione. Il bilanciamento tra l’efficienza della formazione e il rispetto dei diritti del personale è essenziale per garantire il successo dei futuri corsi e una gestione ottimale dell’istituzione. La speranza è che le parti coinvolte possano trovare soluzioni concertate».

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!