14.6 C
Roma
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeArti marzialiKarate: a Velletri in pedana tanti giovani atleti da tutto il Lazio

Karate: a Velletri in pedana tanti giovani atleti da tutto il Lazio

Al trofeo “Cinture colorate” 700 atleti delle categorie giovanili e del para-karate: 34 medaglie ai padroni di casa dell’Asd Toukon Karate-Do

- Pubblicità -

Sono stati 700 gli atleti, appartenenti a un’ottantina di società di tutto il Lazio, a raggiungere i Castelli Romani per riempire il palazzetto dello sport di Velletri “Spartaco Bandinelli” in occasione del trofeo “Cinture colorate”. La manifestazione sportiva ha visto in pedana gli atleti nelle categorie under 12, esordienti, para-karate, cadetti e juniores. In evidenza i padroni di casa dell’Asd Toukon Karate-Do, vincitori del trofeo con 34 medaglie nelle varie specialità: 9 d’oro, 11 d’argento e 14 di bronzo.

Il trofeo “Cinture colorate” è stato organizzato, d’intesa con la società di Velletri, dal Comitato regionale karate del Lazio della Federazione italiana judo, lotta, karate, arti marziali (Fijlkam). Soddisfazione per la buona riuscita dell’iniziativa e per il risultato dell’Asd Toukon Karate-Do è stata espressa dal coach Luca Nicosanti, che ha ringraziato Massimiliano Di Bona e gli altri collaboratori per il loro straordinario impegno con i giovani atleti.

Un impegno particolarmente sentito per l’organizzazione della manifestazione di para-karate, che ha ottenuto un lusinghiero risultato organizzativo, ma soprattutto un importante risultato sociale, coinvolgendo 19 atleti diversamente abili. Un ulteriore significato che ha contribuito al successo della manifestazione, per la quale gli organizzatori di Velletri hanno espresso il loro ringraziamento al presidente del Comitato regionale Fijlkam, il maestro Vincenzo Riccardi.

- Pubblicità -

Il medagliere dell’Asd Toukon Karate-Do

Medaglie d’oro

Alfonso Daniele
Chirico Gennaro
Dominizi Aurora
Pelargonio Alessia
Perugini Casoni Irene
Ricci Vanessa
Sciello Aurora
Spallotta Federico
Toderasc Andrea Anastasia

Medaglie d’argento

Boffa Anna
Buburuzan Maria
Cellucci Mirko
Corallini Roberta
El Kharfan Mila
Frigato Elia
Lina Boumnijel
Marini Leonardo
Mattei Gregorio
Perugini Casoni Irene
Sambucci Francesca

Medaglie di bronzo

Antinori Vanessa
Boffa Anna
Fatale Emanuele
Fiorini Elisa
Innocenti Sara
Leoni Sara
Leoni Lorenzo
Maira Emanuele
Orsi Giulia
Ripani Giulia
Sambucci Luca
Scaccia Damiano
Spallotta Marco
Toderasc Andrea Anastasia

Altri atleti in gara

Corallini Roberta
Curatella Leonardo
Lombi Alessandro
Pelargonio Alessia
Petrella Gabriele
Vitelli Arianna

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!