22.5 C
Roma
martedì 25 Giugno 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneA Fiumicino un drone vigilerà dall'alto su chi abbandona o dà fuoco...

A Fiumicino un drone vigilerà dall’alto su chi abbandona o dà fuoco ai rifiuti

Il Comune installerà anche mille cestini e 500 raccoglitori per deiezioni canine. E continuano i controlli della Polizia locale sulle spiagge

- Pubblicità -

Un drone per smascherare i furbetti che danno fuoco ai rifiuti urbani e alle sterpaglie nel cuore della notte o abbandonano immondizia. È il nuovo piano strategico varato dall’amministrazione di Fiumicino per frenare l’azione di quanti continuano a provocare danni ambientali al territorio e in particolare ad Isola Sacra e Fiumicino città, che si sveglia la mattina avvolta da una nuvola di fumo.

Stefano Costa

«Il nostro obiettivo è individuare comportamenti illeciti – afferma Stefano Costa, assessore all’ambiente – e scovare i soggetti che provocano disagi a quanti risiedono a Fiumicino città. In collaborazione con i volontari della Misericordia e con il supporto della Polizia locale, stamani attiveremo l’occhio del grande fratello che monitorerà alcune aree».

L’azione dell’assessorato ha portato ieri mattina a bonificare il ciglio stradale di via del Faro, trasformato dai soliti sporcaccioni in una discarica a cielo aperto. Protagonisti della mega-ramazzata gli operatori della società Rti Gesenu, Poletti ecologica e Etambiente, che presto diventerà “Fiumicino ambiente”, impegnati per tutta la mattinata a rimuovere materassi, mobilia e cumuli di maleodoranti sacchetti contenenti immondizia. L’iniziativa è stata apprezzata soprattutto dal responsabile del porticciolo “Il faro”, Armando Stampella, tempestato dalle segnalazioni dei proprietari di natanti ormeggiati nell’approdo.

- Pubblicità -

«Per l’ennesima volta – aggiunge Costa – abbiamo proceduto alla pulizia di via del Faro, che si era trasformata in un punto di accumulo rifiuti. In barba alle regole, i soliti ignoti continuano nell’indiscriminato abbandono di pattume, provocando un danno di immagine alla nostra città. In tutto il territorio è iniziata l’installazione di cestini, a cui farà seguito quella dei contenitori per le deiezioni canine».

Uno dei cestini già installati

Si tratta di mille recipienti in grado di raccogliere cartacce e di 500 dove abbandonare le feci dell’amico dell’uomo.

Una delle tende sequestrate

Intanto, gli agenti di Polizia locale continuano ad essere impegnati nei raid in spiaggia e l’ultima operazione ha portato al sequestro di altre due tende a Passoscuro, davanti all’arenile del Don Guanella, di venditori ambulanti che trascorrevano la notte e che alla vista dei vigili urbani si sono dati a gambe levate.

- Pubblicità -
Umberto Serenelli
Umberto Serenelli
Nato a Fiumicino nel 1953. Giornalista pubblicista dal 1981 e iscritto all’Ordine del Lazio. Appassionato di calcio inizia, nel 1973, le prime esperienze nel campo dell’informazione collaborando con il quotidiano “Corriere dello Sport”. È stato direttore responsabile de “Il corriere di Fiumicino”, di “Canale 10” e dell’emittente “Radio Dimensione Musica”. Attualmente è direttore responsabile di “Dimensione news”, rivista mensile di 64 pagine pubblicata nel comune di Fiumicino.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!