11.6 C
Roma
venerdì 19 Aprile 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeMotoriF1: la doppietta Ferrari a Melbourne fa sognare l'inizio del cambiamento

F1: la doppietta Ferrari a Melbourne fa sognare l’inizio del cambiamento

Tra 2 settimane prova del nove a Suzuka, circuito perfetto per la Red Bull. Ma alle Rosse arriverà un pacchetto di aggiornamenti aerodinamici

- Pubblicità -

Un’alba da imprimere su pellicola e incorniciare per la Ferrari, che è tornata alla vittoria dal Gran Premio di Singapore dello scorso anno. Per di più con una splendida doppietta che mancava da due anni (Bahrein 2022) e che suggella la bontà del lavoro svolto a Maranello. Un trionfo senza se e senza ma.

Neanche il ritiro anticipato di Max Verstappen ha potuto gettare qualche ombra sul successo rosso: basta considerare i 56 secondi di ritardo che Sergio Perez ha rimediato nei confronti di Carlos Sainz per capire che, con tutta probabilità, neanche Max avrebbe potuto fare nulla contro questa Ferrari.

La SF-24 cresce ogni weekend, anche senza aggiornamenti: questo perché il team riesce a capire sempre di più i punti di forza e le debolezze in modo da lavorare sul setup ottimale. In Australia, la Ferrari ha battuto alla grande la Red Bull proprio sotto questo punto di vista. Il degrado degli pneumatici è stato un grattacapo per Perez, ma non per Sainz e Leclerc, che si sono dovuti guardare solo dalla McLaren di Lando Norris, ottimo terzo.

- Pubblicità -

Anche l’affidabilità può cominciare ad essere un tema: sulla RB20 di Verstappen è stata già sostituita la prima power unit, a causa di un passaggio troppo duro sui cordoli al venerdì; poi il guasto ai freni che ha fatto riassaggiare a Max il sapore amaro del ritiro esattamente dopo due anni, Gran Premio d’Australia 2022.

Per non parlare della gara magistrale condotta da Carlos Sainz: due settimane fa era sotto i ferri per un’appendicite e, nonostante ciò, ha dominato una gara condotta da vero campione. Gestione degli pneumatici perfetta e mai un errore. Lo spagnolo sta vivendo il momento migliore della carriera ma, paradossalmente, è ancora disoccupato per il prossimo anno. Certo è che se il suo rendimento rimarrà tale per tutto l’arco della stagione, allora non avrà alcuna difficoltà ad accasarsi in team di prima fascia. Magari proprio in Red Bull.

Il sorriso tirato di Charles Leclerc, invece, dice molto di più di quanto abbia espresso nelle dichiarazioni post-gara. Il monegasco è secondo, completa una splendida doppietta ma i titoli se li prende il suo compagno di squadra. Per uno che sa di valere tanto, errori in qualifica e nella scelta dell’assetto della macchina non sono ammissibili. Lui è il più grande critico di se stesso e la delusione personale supera la gioia della vittoria di squadra.

Insomma, tutto molto bello, ma piano con gli entusiasmi: le condizioni della pista dell’Albert Park, unite ad una scelta sbagliata nell’assetto della Red Bull, hanno contribuito al trionfo della Rossa. Quindi sì, la vittoria va goduta e ne vanno estrapolati tutti gli aspetti positivi. Ma tra due settimane a Suzuka, su un circuito perfetto per la Red Bull, la melodia potrebbe tornare a essere la solita. Quella degli inni olandese e austriaco.

In Formula Uno, però, tutto può cambiare repentinamente e in Giappone è previsto il primo vero pacchetto di aggiornamenti aerodinamici per la SF-24. L’inerzia sembra essere dalla parte della Ferrari ma l’importante è rimanere con i piedi ben saldi a terra. Proprio come predica Frederic Vasseur. In sintesi, la razionalità dice che la vittoria di Melbourne dovrebbe rimanere un caso isolato, ma la buona notizia è che già tra due settimane avremo la prima vera prova del nove. Intanto, sono solo 4 i punti che dividono Leclerc da Verstappen nel campionato piloti e la Ferrari dalla Red Bull in quello costruttori.

- Pubblicità -
Edoardo Sanfilippo
Edoardo Sanfilippo
Laureato magistrale in media, comunicazione digitale e giornalismo. Ricopro il ruolo di media analyst a Data Stampa. Le mie passioni? Lo sport, in particolare le quattro ruote, la politica e la scrittura. Adoro curiosare e sapere di più su tutti gli aspetti della società.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!