30.4 C
Roma
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCultura e spettacoliCinema, in Campidoglio si celebrano i cento anni del regista E. B....

Cinema, in Campidoglio si celebrano i cento anni del regista E. B. Clucher

Letture e un dibattito per ricordare il regista di “Lo chiamavano Trinità” e tanti altri successi. E Roma Capitale gli intitolerà una strada

- Pubblicità -

La straordinaria vita di Enzo Barboni, in arte E.B. Clucher, ricordato a cento anni dalla nascita dal figlio Marco Tullio, noto sceneggiatore e scrittore, che del padre è stato a lungo primo collaboratore. Il prossimo 5 luglio, a partire dalle 16, nella prestigiosa sala della Protomoteca in Campidoglio, saranno mostrati supporti audiovisivi e fotografici inediti appartenenti all’archivio privato di una delle famiglie di cinema più importanti in Italia. Enzo Barboni, nato a Roma il 10 luglio 1922, è stato regista, direttore della fotografia e sceneggiatore di diversi film di successo. Scelse come pseudonimo il cognome della nonna materna.

Una famiglia che inizia negli Anni 40 con Leonida Barboni (direttore della fotografia prediletto da Anna Magnani, due volte vincitore del Nastro d’Argento) e che continua ancora oggi, dopo ben quattro generazioni di Settima Arte a livello internazionale, con la giovane ma già pluripremiata Ginevra Barboni, definita dal sito Black Lab Film Co. una della cinquanta registe più promettenti al mondo. L’iniziativa culturale, ad ingresso libero, fortemente voluta dall’Assemblea Capitolina su proposta dell’onorevole Fabrizio Santori nel suo ruolo di segretario d’aula, vedrà la partecipazione di numerosi ospiti, capeggiati dalla presidente dell’Assemblea, l’onorevole Svetlana Celli.

«Siamo orgogliosi – ci tiene a far sapere alla stampa l’onorevole Santori – di ospitare questo evento nel cuore di Roma, in Campidoglio, per celebrare il centenario della nascita di un grande romano, il geniale regista che ha creato un genere speciale con una capacità espressiva il cui fascino apparentemente leggero, ma pur denso di messaggi e significati, ha stregato quattro generazioni e si rinnova anche oggi».

- Pubblicità -

«Enzo Barboni, E.B. Clucher per il grande pubblico, è stato e resta un pilastro, una pietra miliare nel cinema italiano, ma per troppo tempo è stato dimenticato pur essendo i suoi numerosi film notissimi e cari a milioni di spettatori e appassionati di cinema. Adesso, grazie a questa iniziativa, lo ricordiamo. Da “Miracolo a Milano” a “Lo chiamavano Trinità” e oltre: lo straordinario percorso di un uomo di cinema. Ecco una grande manifestazione, un incontro che vuole essere il primo passo di un lungo itinerario che comincia oggi».

A sottolineare ulteriormente l’importanza di questo appuntamento: «Abbiamo chiesto e ottenuto l’intitolazione di una strada romana a Clucher. Ringraziamo per l’attenta collaborazione la Commissione toponomastica e il sindaco Roberto Gualtieri. Il Campidoglio sarà ancora una volta il centro di una festa dedicata al grande regista romano, un atto dovuto nei confronti della sua famiglia, delle generazioni che lo hanno adorato e di quelle che verranno e sapranno apprezzarlo. Ci diamo quindi già da oggi un altro appuntamento per ricordare e onorare Enzo Barboni, promuovere la cultura e tutte le arti, lavorare insieme perché i grandi valori di cui sono portatrici siano sempre veicolati al grande pubblico e alle giovani generazioni».

La presidente d’Aula, Svetlana Celli, ha dichiarato sull’evento: «È doveroso rendere omaggio a Enzo Barboni Clucher, un figlio di Roma che con la sua creatività è stato un grande protagonista del cinema italiano dando lustro alla nostra città. L’Assemblea capitolina vuole rendergli onore affiancando un’iniziativa volta a trasmettere ai più giovani il suo lavoro e la bellezza delle sue opere, apprezzate ovunque. Siamo felici ed orgogliosi, inoltre, che sia stato avviato dalla nostra amministrazione l’iter per intitolare una strada romana alla sua memoria. Roma è fortemente legata all’arte e alle produzioni cinematografiche, di ieri e di oggi. Il nostro impegno è quello di ricordare tutte le figure che hanno contribuito a fare di Roma un riferimento del cinema internazionale».

Nel corso dell’ evento verrà proiettato un teaser del docu-film di Ginevra Barboni “Ogni giorno trovato. Mio nonno in arte E. B. Clucher”. Onoratissima, la famiglia Barboni fa trapelare le prime emozioni in parole tramite l’attuale capostipite, Marco Tullio, l’unico ed amatissimo figlio di Enzo, venuto a mancare nella sua Roma 20 anni fa.

«Roma celebra Enzo Barboni – dice – a cento anni dalla sua nascita e annuncia la decisione di intitolargli una strada. Sono certo che nessun premio o riconoscimento avrebbe gratificato mio padre quanto un simile omaggio da parte della sua città. Non solo perché “Romano de Roma”, nato a due passi dal Parlamento, ma per tutto quello che Roma ha rappresentato nella sua crescita umana e professionale già molto prima di diventare la “Hollywood sul Tevere”. Senza “Roma capitale del cinema italiano”, il percorso che ha condotto un giovane componente del Genio cinematografisti sul fronte russo a percorrere tutte le possibili tappe dietro la macchina da presa prima di consacrarsi regista di fama internazionale, non avrebbe mai potuto compiersi».

L’iniziativa, patrocinata dall’Annuario del cinema italiano & audiovisivi, diretto da Elettra Ferraù, si articolerà anche con due omaggi al grande regista: un reading dell’attore Sebastiano Rizzo tratto dal libro di Marco Tullio Barboni dal titolo “Matusalemme Kid. Alla scoperta di un cuore bambino” per i tipi di Paguro Edizioni, dedicato proprio al padre Enzo e a Bud Spencer; un contributo critico specialistico verrà offerto da Giuseppe Costigliola, attivo giornalista, traduttore e critico letterario, nonché autore di racconti. Una figura, la sua, impegnata da anni nel recupero della memoria attraverso la raccolta di testimonianze di artisti e tecnici che hanno fatto la storia. Il titolo del suo intervento: “Il western tra favola, realismo e cultura popolare: l’innovazione di Enzo Barboni”.

A conclusione del pomeriggio all’insegna del grande cinema, con il coordinamento della giornalista della Stampa estera Lisa Bernardini, che è anche collaboratrice di Metropoli.Online, avverrà la premiazione alla memoria ad Enzo Barboni per mano della presidente dell’Assemblea Capitolina Svetlana Celli.

Si potrà assistere ad una diretta dell’evento:
Eurocomunicazione trasmetterà la diretta dell’evento sui suoi portali (www.eurocomunicazione.com e www.eurocomunicazione.eu)
e sulle pagine social (dove rimarrà):
YouTube https://www.youtube.com/channel/UC3ff2RMxsJCKLJC5BtRtB3Q?view_as=sub scriber
Facebook https://www.facebook.com/Eurocomunicazione
Twitter https://twitter.com/Euro_comunica
Instagram https://www.instagram.com/euro.comunicazione

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano