25.2 C
Roma
sabato 22 Giugno 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneCantalupo in Sabina, si parla di donne

Cantalupo in Sabina, si parla di donne

Tra fine luglio e inizio agosto, rassegna cinematografica “Parliamo di donne”, con film che descrivono l’animo femminile e le sue ambivalenze

- Pubblicità -

Nell’anfiteatro del convento di San Biagio a Cantalupo in Sabina, in provincia di Rieti, si svolgerà dal 28 al 30 luglio e dal 4 al 6 agosto 2023 la rassegna cinematografica Parliamo di donne. La manifestazione, giunta alla sua settima edizione, è diretta da Luca Verdone, che per l’edizione 2023 ha scelto come tema Il sacro: la donna e la sua spiritualità, il suo rapporto con il divino. I film scelti infatti descrivono l’animo femminile, sempre in bilico tra sacro e profano, angelo e diavolo, salvatrice e tentatrice.

Il cartellone della rassegna si aprirà dunque venerdì 28 luglio con la proiezione del film “Il dubbio”, di John Patrick, e la partecipazione del critico cimematografico Steve Della Casa. Il giorno seguente, alla presenza dell’attrice Milena Vukotich, sarà proiettato il film “La conversa di Belfort”, di Roberto Bresson. Mentre domenica 30 luglio sono previste la proiezione del film “Rapito” di Marco Bellocchio e la partecipazione al festival della montatrice Francesca Calvelli.

Il cartellone degli appuntamenti prevede per venerdì 4 agosto la proiezione del film “Chiara” di Susanna Nicchiarelli alla presenza della critica cinematografica Caterina Taricano. Grande attesa per sabato 5 agosto, quando è prevista la partecipazione di Carlo Verdone, uno dei più grandi attori e registi italiani, e la proiezione del film “Benedetta” di Paul Verhoeven. La kermesse si concluderà domenica 6 agosto con la proiezione del film “Yentl” e la partecipazione dell’attrice Francesca Reggiani.

- Pubblicità -

Come per le due precedenti edizioni, la manifestazione prevede due fuori programma. Giovedì 27 luglio sarà dedicato un omaggio a Francesco Nuti, recentemente scomparso, proiettando in piazza Garibaldi “Donne con le gonne”: un ricordo per questo artista, regista, attore, sceneggiatore e cantante, sfortunato nella vita. Mentre giovedì 3 agosto, all’anfiteatro nel convento di San Biagio, sarà proiettato il film “La terra delle donne”, una storia a cavallo della Seconda guerra mondiale, ambientata in una Sardegna rurale, dove le credenze ancestrali sono alla base di una spiritualità particolare, tutta femminile, incarnata dalle streghe. L’attrice protagonista, nonché sceneggiatrice, Paola Sini, ha vinto il premio Mariangela Melato.

- Pubblicità -
Claudia Cavallini
Claudia Cavallini
Nata nel 2006 a Roma, vive felicemente nella sua amata cittadina in provincia di Roma: Fiano Romano. Frequenta il liceo scientifico “Gregorio da Catino” di Poggio Mirteto. Ha conseguito la licenza nella scuola secondaria di primo grado all’Istituto comprensivo Fiano, con votazione 10 e lode. Ha ottenuto la certificazione B1 preliminary della lingua inglese. Nel 2016 ha vinto il concorso letterario per piccoli scrittori indetto dal Comune di Fiano Romano. Collabora con la rivista “La Gazzetta del Tevere”. Dedica molte ore allo sport e segue il calcio. La sua grande passione è la danza: è iscritta a corsi di danza classica, contemporanea e hip hop. Partecipa a laboratori di teatro-recitazione e prende parte con entusiasmo agli spettacoli che vengono messi in scena. Fin da piccola ha manifestato una particolare predilezione per la lettura e la scrittura. Ha prestato sempre una speciale attenzione agli eventi che accadono in tutto il mondo e principalmente nel territorio in cui abita. Il motto che guida la sua vita è un aforisma di Friedrich von Schiller: «Chi non osa nulla, non speri nulla».
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!