23.5 C
Roma
domenica 19 Maggio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneAutodemolitori a Ciampino, la sindaca: «Area non idonea, Gualtieri ci ripensi»

Autodemolitori a Ciampino, la sindaca: «Area non idonea, Gualtieri ci ripensi»

No alla delocalizzazione alla Barbuta: «I ministeri di Ambiente, Difesa e Cultura confermino i vincoli. Agiremo anche nelle sedi giudiziarie»

- Pubblicità -

«Sono qui come sindaca. Non abbiamo avuto alcuna comunicazione formale sulla delocalizzazione degli autodemolitori, ma solo dai social. Mi sono attivata chiedendo un tavolo di confronto con il Comune di Roma, ma anche con Regione Lazio e Ministero». Lo ha dichiarato la sindaca di Ciampino, Emanuela Colella, nell’assemblea del Pd indetta nella città aeroportuale sul tema degli autodemolitori e sulla decisione del sindaco di Roma, Roberto Gualtieri, di spostarli in zona Barbuta, nel territorio al confine fra i due comuni.

«L’area – ha spiegato Colella – fa parte del comune di Roma ma, anche per la sicurezza del “cono di volo” dell’aeroporto, il traffico, vincoli dei beni culturali e paesaggistici, impatta su Ciampino. Abbiamo depositato due relazioni tecniche, trasmesse ai ministeri di Ambiente, Difesa e Beni culturali, e abbiamo ribadito i vincoli sull’area chiedendo conferma che non siano derogabili e il “no” dei Beni culturali è decisivo. Ho chiesto conferma e un incontro e non c’è risposta: questo non fa piacere».

La sindaca Colella, nel suo intervento all’assemblea, ha concluso: «Sono qui come Pd, un partito di dialogo, e chiedo agli amici Morassut e Valeriani e chiedo agli organi del partito di attivarsi per un confronto democratico. Da altre forze politiche mi aspetto questo atteggiamento arrogante». E poi, parlando del suo ruolo e di quello di Gualtieri: «Qui siamo due sindaci che stanno tutelando i loro cittadini: non va strumentalizzato “Pd Ciampino contro Pd Roma”».

- Pubblicità -

Colella ha poi ripercorso, intervistata dall’Agenzia Dire, i temi cruciali sulla questione: «Sull’area della Barbuta ci sono dei vincoli importanti e non è idonea. La giunta Zingaretti con una legge regionale l’ha fatta rientrare come area da tutelare di trait d’union tra parco dei Castelli Romani e parco dell’Appia Antica. Vogliamo ribadire il nostro no alla delocalizzazione degli autodemolitari. Avrebbe anche un impatto sulla sicurezza: lì c’è il cono di volo dell’aeroporto di Ciampino. Ma ci sarebbe anche un impatto sul traffico veicolare».

La sindaca ha così concluso nell’intervista: «Quell’area ha già sofferto, è stata vessata e il Comune di Roma deve trovare un’alternativa e su questo chiediamo un tavolo di confronto. Chiediamo alla Regione Lazio e al ministero della cultura di intervenire: il vincolo dei Beni culturali deve rimanere. Faremo di tutto anche nelle opportune sedi giudiziarie».

(Agenzia Dire)

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!