7.4 C
Roma
lunedì 28 Novembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAmbienteAcqua, l'oro blu

Acqua, l’oro blu

Oggi si celebra la Giornata mondiale dell'acqua, voluta dall'Onu ogni 22 marzo. Il tema quest'anno è il legame con i cambiamenti climatici. E ancora oggi miliardi di persone vivono senza acqua potabile

- Pubblicità -

Il 22 marzo in tutto il mondo si celebra la Giornata mondiale dell’acqua: un giorno di riflessione su quanto l’acqua sia una risorsa fondamentale per il nostro pianeta, da salvaguardare e tutelare. La ricorrenza è stata istituita nel 1992 dalle Nazioni Unite in occasione della Conferenza di Rio per ricordare a tutto il mondo l’importanza di questa risorsa.

Dal 2010, l’Onu ha riconosciuto l’accesso all’acqua pulita e potabile come diritto umano universale, ma si stima che ancora oggi quasi 2 miliardi di persone usino fonti di acqua contaminata con un alto rischio di contrarre malattie come il colera, il tifo e la poliomielite, che una scuola su quattro non abbia acqua potabile, che circa 1.000 bambini al giorno muoiano per dissenteria provocata dall’ingestione di acqua infetta, che il 60% della popolazione mondiale non abbia accesso a servizi igienici adeguati e che due terzi della popolazione si trovi in situazioni di scarsità d’acqua per almeno un mese all’anno.

Il tema di quest’anno è il legame tra acqua e cambiamenti climatici, con l’obiettivo di sensibilizzare le istituzioni mondiali e l’opinione pubblica sull’importanza di ridurre lo spreco idrico e di assumere comportamenti volti a contrastare il cambiamento climatico. I cambiamenti climatici stanno rendendo l’acqua più scarsa, più imprevedibile, più inquinata, più preziosa e minacciano lo sviluppo sostenibile e la biodiversità (leggi su Metropoli.online: La biodiversità in Italia). Gli effetti del fenomeno continuano a intensificarsi: l’inizio del nuovo anno ha visto solo un quarto delle precipitazioni rispetto al 2019 e una temperatura superiore di 1.65°C rispetto alla media storica.

- Pubblicità -

L’emergenza sanitaria mondiale da Covid-19 ha sottolineato l’importanza dell’accesso ad acqua pulita per tutti, un requisito fondamentale per combattere la pandemia e difendere la salute di ognuno. Poter contare, nell’attuale fase prolungata di emergenza, su acqua sicura per i servizi essenziali, lavarsi le mani resta una misura essenziale di prevenzione per il controllo della trasmissione, assicura una forma di difesa sanitaria indispensabile senza la quale la crisi sarebbe ancora più drammatica.

Cosa fare nella giornata mondiale dell’acqua?

Il consumo è aumentato di sei volte nell’ultimo secolo e aumenta di circa l’1% all’anno per cui, la prima cosa che ci viene in mente, è quella di non sprecare acqua preziosa. Sappiamo bene che in Italia gran parte dell’acqua potabile viene sprecata prima di arrivare nei nostri rubinetti, ma questo non giustifica il nostro comportamento spesso troppo superficiale.

Siamo oltre 60 milioni di abitanti, anche noi possiamo fare la differenza e la Giornata mondiale dell’acqua può essere un’occasione per capire se davvero stiamo facendo del nostro meglio, o se possiamo migliorare. Il ruolo che ognuno di noi può svolgere per contribuire a proteggere questa risorsa è fondamentale, a partire dalle azioni svolte nel quotidiano.

Da casa, dove siamo quasi tutti in questo momento, sono molte le attenzioni che possiamo prestare per usare in modo responsabile la risorsa idrica. Qualche consiglio pratico: chiudi sempre il rubinetto quando l’acqua non ti serve, preferisci una doccia al bagno, evita di lavare frutta e verdura sotto l’acqua corrente, usa lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico, evita l’uso eccessivo di detersivi che richiedono più acqua per il risciacquo, installa riduttori di getto, ripara le perdite e mantieni efficiente l’impianto idrico domestico.

Il miglioramento della gestione sostenibile e sicura delle risorse idriche può contribuire a mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici, migliorare la salute degli ecosistemi e ridurre il rischio di catastrofi legate all’acqua.

La Giornata mondiale dell’acqua è una delle giornate mondiali più importanti a livello sociale, anche se poco conosciuta: utilizziamola come momento per sensibilizzare l’attenzione dell’opinione pubblica sulla situazione critica dell’acqua nella nostra era, con un occhio di riguardo all’accesso all’acqua dolce e alla sostenibilità degli habitat acquatici.

- Pubblicità -
Matteo Lai
Matteo Lai
Naturalista, subacqueo, velista ed esperto di educazione ambientale: il mare è la sua passione. Da qualche anno collabora con una società che si occupa di turismo scolastico dove si occupa di educazione ambientale e vela puntando sempre la sua attenzione sui temi della tutela ambientale e della natura. Con la fondazione di One World ha un obiettivo molto semplice: sensibilizzare i cittadini sul valore della tutela ambientale. One World, che ha sede ad Andria (BT), è un’associazione no profit per la tutela ambientale, nata dal desiderio di smuovere la coscienza sociale al fine di radicare nuovi valori ed innescare, così, un circolo virtuoso di comportamenti eco–friendly consapevoli. Tutte le attività che l’associazione One World promuove hanno sempre una valenza educativa finalizzata alla diffusione di una maggiore conoscenza, sensibilizzazione e rispetto dell’ambiente.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli