30.4 C
Roma
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeAttualitàAbusi e violenza sessuale, in carcere 4 operatori di una Rsa di...

Abusi e violenza sessuale, in carcere 4 operatori di una Rsa di Manfredonia

L’indagine è partita dopo una lettera anonima alla polizia con una chiavetta usb contenente audio con le urla di un’anziana donna e un video

- Pubblicità -

Abusi fisici, psicologici e violenza sessuale sono le accuse rivolte a quattro operatori socio-sanitari di una Rsa di Manfredonia, in provincia di Foggia, che questa mattina sono stati arrestati dai poliziotti della Squadra mobile del capoluogo. L’indagine è partita lo scorso giugno dopo che al commissariato di Manfredonia era arrivata una lettera anonima con una chiavetta usb contenente un file audio e video in cui erano registrate le urla di un’anziana donna.

Gli investigatori hanno installato telecamere e microfoni nella struttura sanitaria. Gli indizi raccolti attraverso le intercettazioni ambientali hanno portato alla contestazione delle accuse nei confronti dei quattro indagati: a loro carico ci sono le ipotesi di numerosi e ripetuti abusi, fisici e psicologici, nei confronti di pazienti anziani e con patologie altamente invalidanti.

Per uno degli indagati c’è anche l’accusa di violenza sessuale nei confronti di due donne ricoverate.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano