31.8 C
Roma
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeMass MediaZerocalcare, la vita è questa

Zerocalcare, la vita è questa

Una serie animata che entra nell’anima di coloro che l’hanno vista. Divertente, triste e seria che porta alla riflessione, diventando così una seduta di psicoterapia collettiva

- Pubblicità -

La nuova serie targata Netflix, “Strappare lungo i bordi”, ha riscontrato un grande successo. Ideata dal fumettista romano Zerocalcare, pseudonimo di Michele Rech, affronta tematiche fondamentali in modo comico e buffo senza però sottovalutare la loro importanza. Molti romani associano Zero al noto poeta Trilussa, conosciuto per le sue composizioni in dialetto romanesco il quale ha avuto la capacità di evidenziare meschinità e debolezze tipiche delle persone attraverso metafore efficaci, con animali domestici come protagonisti. Com’è riuscito a fare Calcare con la sua storia.

Zerocalcare, protagonista del programma romano, durante la sua adolescenza viene assalito da numerosi pensieri, dubbi e incertezze che lo porteranno a comprendere, in seguito, realmente ciò che lo circonda e lui stesso. Un viaggio, quello che effettua, verso le risposte ai suoi quesiti che l’hanno portato a diventare l’uomo che è oggi facendogli intendere le cose importanti della vita di cui nessuno fa mai veramente attenzione.

Quella in onda su Netflix si rivela una serie animata che entra nell’anima di coloro che l’hanno vista. Divertente, triste e seria che porta alla riflessione, diventando così una seduta di psicoterapia collettiva.

- Pubblicità -

Ognuno di noi nel corso del proprio crescere si vede inciampare in imprevisti che non aveva pianificato poiché, come dice Zero, «allora noi andavamo lenti, perché pensavamo che la vita funzionasse così, che bastava strappare lungo i bordi, piano piano, seguire la linea tratteggiata di ciò a cui eravamo destinati e tutto avrebbe preso la forma che doveva avere».

Ma la nostra vita è piena di momenti che arrivano senza preavviso, che rovesciano quello che tu pensi sia il tuo destino e che nessuno sa realmente gestire siccome non si è mai preparati ad affrontare un imprevisto. La verità è che nessun essere umano può schivare la vita – come gli confida la sua coscienza armadillo – e che se i cambiamenti mettono ansia e si vorrebbe una vita imbalsamata non è possibile, poiché l’universo e la tassidermia non vanno d’accordo.

Ogni ragazzo, ragazza, uomo o donna vive momenti di dolore, sconforto e di perdite: possono essere episodi di breve durata o fasi che durano  per un lungo periodo di tempo, che giungerà ad una cicatrice indelebile. Una cicatrice che può essere grande, piccola, bella o brutta ma che quando la guarderai ti ricorderà ciò che hai vissuto e che con coraggio hai sconfitto.

La guarderai con un sorriso amaro ma che ti farà alzare la testa e proseguire dritto verso la tua linea tratteggiata piena di deviazioni, perché la vita è questa.

- Pubblicità -
Aurora Carraturo
Aurora Carraturo
Sono nata in Belgio, a Bruxelles, dove ha sede il Parlamento europeo. Studio lingue e parlo francese, inglese e spagnolo. Mi piace leggere e amo guardare i film e le serie tv. Mi piace lo sport e, infatti, seguo la Formula 1 e qualche volta anche il calcio e il basket. Ho praticato scherma e continuo a guardarla in televisione.
- Pubblicità -

Primo Piano