7.4 C
Roma
lunedì 28 Novembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàSanremo: polizia blocca la contestazione di attivisti di Greenpeace

Sanremo: polizia blocca la contestazione di attivisti di Greenpeace

Volevano entrare nell'Ariston per un'azione di protesta in occasione del collegamento tv. In serata teatro controllato dalla polizia cinofila

- Pubblicità -

Bloccata dalla polizia una manifestazione di protesta a Sanremo. Non è la prima volta che la ribalta del Festival di Sanremo viene utilizzata non solo per la buona musica italiana, ma anche per dare risalto mediatico ad azioni di protesta, approfittando dell’attenzione di pubblico ed organi di informazione per la importante rassegna canora. Ed è successo anche in questa edizione 2022. Protagonisti un gruppo di attivisti di Greenpeace, che avevano organizzato un’azione per richiamare l’attenzione sui temi cari al gruppo ecologista, non nuovo a iniziative originali, ad alto impatto mediatico.

Stavolta l’azione di protesta si è scontrata con l’apparato di controllo messo in piedi dalla Questura di Imperia, competente per territorio. I poliziotti, che nelle ore precedenti la serata di esibizioni di oggi avevano provveduto a controllare anche il palco del teatro Ariston con l’aiuto dei cani Pako e Target, hanno bloccato dieci attivisti di Greenpeace che, mescolati tra il pubblico, avevano intenzione di entrare nel teatro Ariston per inscenare un’azione di protesta in occasione del collegamento televisivo.

Alle persone fermate è stato consegnato il foglio di via obbligatorio. Al vaglio degli investigatori la posizione del proprietario dell’immobile, vicino all’Ariston, dove gli attivisti avevano trovato ospitalità.

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli