20.2 C
Roma
lunedì 17 Giugno 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitanePremio Pasolini: tra gastronomia e cultura un riconoscimento a professionalità e arte

Premio Pasolini: tra gastronomia e cultura un riconoscimento a professionalità e arte

Cerimonia di consegna nel ristorante romano preferito dal poeta. Tra i personaggi premiati Lisa Bernardini, giornalista di Metropoli.Online

- Pubblicità -

Venerdì 17 scorso si è svolta a Roma la cerimonia di premiazione del Premio internazionale di arte letteraria “Omaggio a Pasolini”. Un Premio dedicato  al grande artista, poeta, scrittore, giornalista e regista Pier Paolo Pasolini, considerato tra i maggiori intellettuali italiani del Novecento.

L’evento si è svolto nella sala a volta del seminterrato originario del ristorante “Il pommidoro”, nato nel 1890 e del quale Pasolini era un cliente abituale. Il gestore del ristorante, Aldo Bravi, venuto a mancare nel 2021, era grande amico e fedele confidente di Pasolini. La figlia, Alessandra Borgia Bravi, ha preso in mano il ristorante con la stessa filosofia gastronomica, la stessa passione e grande senso di accoglienza.

Fu proprio in questo storico ristorante che Pier Paolo Pasolini consumò la sua ultima cena, prima di essere  assassinato a Ostia, nella notte del 2 novembre 1975. Lo stesso Pasolini aveva lasciato ad Aldo Bravi un assegno di 11mila lire per pagare ciò che aveva consumato, quasi fosse un segno premonitore. Dopo quella tragica notte e la notizia della morte di Pasolini, il proprietario del ristorante decise di non incassare l’assegno ma di farlo incorniciare in un quadro con il ritratto di Pasolini, affinché fosse esposto al pubblico. 

- Pubblicità -

La giuria ha selezionato vari artisti provenienti da tutta Italia, con percorsi culturali di grande pregio. A questi sono stati consegnati diplomi e medaglie come simbolo e a ricordo della serata. Tra i premiati, anche la giornalista Lisa Bernardini, collaboratrice del nostro giornale. Momenti poetici ed intermezzi musicali e cena gastronomica romana doc, cucinata dallo chef Amedeo Borgia e dal suo meraviglioso staff. Direzione artistica curata da Aldo Bravi junior.

L’organizzazione dell’evento  ha avuto l’onore di ricevere il patrocinio del Centro studi Pier Paolo Pasolini di Casarsa della Delizia nel Friuli. La sua direttrice, Flavia Leonarduzzi, è stata presente alla serata. Le realtà associative che hanno contribuito alla realizzazione dell’evento sono: Associazione culturalmente Toscana e dintorni, Cenacolo internazionale di arte letteraria “le Nove Muse”, Union mundial de poestas por la paz y por la libertad, Ciesart. La critica letteraria Marina Pratici ha gestito con grande professionalità l’intera organizzazione, coadiuvata da Patrice Avella, Gaia Greco, Alessandra Casciari. 

la pianista classica Catia Capua, la giornalista Séverine Kittler, il filosofo e docente romano Francesco Sirleto e il giornalista greco Dino Koubatis. Presidente onoraria: la figlia di Aldo Bravi, Alessandra Borgia Bravi.

Elisabetta Petrolati, Fabrizio Oddi, Giovanni Ronzoni, Annella Prisco, Mary Attento, Maria Teresa Infante, Massimo Massa, Alessandro Russo, Mauro Montacchiesi, Elisabetta Biondi della Sdriscia, Lisa Bernardini, Giancarlo Gori, Trifone Gargano, Davide Magnisi, Marco Tummolo, Rocco Rosignoli, Domenico Palattella, Andrea Ungheri, Lisa di Giovanni, Gordiano Lupi, Rosella Lisoni.

- Pubblicità -
Sileno Candelaresi
Sileno Candelaresi
Impegnato nell'associazionismo imprenditoriale, mi interesso professionalmente del settore Horeca (hotellerie, restaurant, catering).
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!