11.4 C
Roma
mercoledì 28 Febbraio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCultura e spettacoliPaola Pallottino, l'arte “quasi per gioco”

Paola Pallottino, l’arte “quasi per gioco”

Illustratrice, autrice di testi di canzoni, studiosa. Nella Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata una mostra ne ripercorre la vita

- Pubblicità -

Aperta al pubblico in forma gratuita, fino al prossimo 23 settembre, “Quasi per gioco. Le arti di Paola Pallottino”. La mostra, curata dalla docente Maria Letizia Paiato e dedicata alla romana Paola Pallottino, ha trovato nei locali della Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata il suo luogo ideale, là dove la storica dell’arte è Accademica onoraria da quest’anno.

Figlia dell’archeologo e docente di etruscologia Massimo Pallottino, si sposa con l’architetto e urbanista Stefano Pompei, figlio dell’illustratore e cartellonista Mario Pompei. Durante il breve soggiorno in Tunisia (1962-64), Paola Pallottino viene in contatto col mondo cantautorale francese ed italiano (Jacques Brel e De André), che la porterà poi a scrivere testi per cantanti, fra i quali Lucio Dalla (“4 marzo 1943”, “Il gigante e la bambina”), Angelo Branduardi (“Giovanna d’Arco”), Gianfranca Montedoro e Silvano Pantesco.

Rientrata in Italia, inizia la sua carriera di illustratrice per case editrici, riviste per l’infanzia e fantascientifiche, per saggi di matematica, di zoologia, di biologia. Si dedica inoltre allo studio della storia dell’illustrazione, risultando esserne la prima studiosa in assoluto, a cui fanno seguito molteplici pubblicazioni in merito, la prima apparsa nel 1978. Collabora all’Enciclopedia universale dell’arte.

- Pubblicità -

Ha partecipato a mostre nazionali. A Ferrara ha fondato, e diretto per 14 anni, il Museo dell’illustrazione. A partire dal 1982 ha svolto anche attività accademica, dividendosi fra il Dams di Bologna, l’università di Macerata, l’Accademia di Belle Arti di Bologna.

L’affascinante mostra maceratese inizia con i ricordi dell’infanzia di Pallottino, stimoli e interessi in embrione, che manifestano il fil rouge che legherà il suo percorso biografico e artistico. Si prosegue poi con alcune illustrazioni, saggi, copertine di dischi, per concludere con un interessantissimo filmato raccontato in prima persona dalla studiosa, che ripercorre alcune tappe della sua vita.

Mostra illuminante e motivante. Consigliatissima.

Paola Pallottino si racconta nel filmato visibile alla mostra

QUASI PER GIOCO. LE ARTI DI PAOLA PALLOTTINO. GABA.MC – Galleria dell’Accademia di Belle Arti di Macerata. A cura di Maria Letizia Paiato. Piazza Vittorio Veneto, 7. Aperta al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 17:00 alle ore 20:00. Info: 0733.405150.

- Pubblicità -
Alessandra Lumachelli
Alessandra Lumachelli
Grafologa forense e consulente grafologica, docente, conferenziera e scrittrice, ha pubblicato saggi, romanzi e libri di poesie. Fra gli altri: “Il costo sociale del ghosting”, “Drinking (and Dancing) with L. A.”, “Amore non mio”, “Scrittura creatività e arte”, “Grafologia. Appunti in ordine sparso”. Da sempre attenta a tematiche etiche e sociali, sostiene Survival. Il nome registrato Drinking with L. A. le appartiene.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!