7.3 C
Roma
giovedì 18 Aprile 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitanePedalando nella Memoria: in bici nei luoghi simbolo della Shoah romana

Pedalando nella Memoria: in bici nei luoghi simbolo della Shoah romana

Il XIX Memorial è dedicato a Settimia Spizzichino, superstite dell’Olocausto e unica donna sopravvissuta al rastrellamento del ghetto di Roma

- Pubblicità -

Pedalando nella Memoria si replica anche quest’anno, nel giorno di domenica 29 gennaio 2023. La manifestazione nasce dall’esigenza di rendere le nuove generazioni più partecipi e coscienti dei fatti che sono avvenuti a Roma durante il Secondo conflitto mondiale.

La “pedalata”, attraversando alcuni dei luoghi simbolo delle drammatiche vicende di quegli anni, si propone di conservarne il ricordo e di riannodare i fili della memoria attraverso le esperienze ed i racconti di chi li ha vissuti, per poter conoscere, riconoscere e combattere vecchie e nuove discriminazioni, oltre che per fungere da monito per le odierne e per le future generazioni, affinché ciò che è stato non debba mai più avvenire.

L’evento, inoltre, vuole farsi promotore di un messaggio di speranza e di pace per il futuro, attraverso la partecipazione e la condivisione di una pedalata in bicicletta.

- Pubblicità -

Il XIX Memorial è dedicato a Settimia Spizzichino, superstite dell’Olocausto e unica donna sopravvissuta al rastrellamento del ghetto di Roma, che divenne una preminente testimone della Shoah italiana.

Appuntamento: Domenica 29 gennaio 2023 ORE 9,30
Piazzale antistante alla Stazione Tiburtina

Programma

Ore 9,30 Stazione Tiburtina – “Binario della Memoria” da dove partirono i treni, carichi di deportati, in direzione dei campi di concentramento.

Intervento del Coro Sgarbatello della Villetta

Ore 10,15 Via degli Zingari – Rione Monti, luogo dove è stata affissa la targa in ricordo tutti i Rom, Sinti e Camminanti morti nei campi di sterminio. La targa è stata qui posta poiché la via in questione si chiama Via degli Zingari, ed è stata collocata dal Comune di Roma nel Gennaio 2001. Intervento musicale di Nora Tigges.

Ore 10,45 Gay street – Via di San Giovanni in Laterano: è la gay street romana. Gli omosessuali vennero avviati ai campi di sterminio come gli ebrei, gli zingari, i Testimoni di Geova. Gli omosessuali erano distinti da un triangolo rosa cucito sul petto, le donne con un triangolo nero. Si stima che gli internati siano stati almeno 50.000. Intervento rappresentante comunità gay e Coro Sincoro.

Ore 11,20 Portico d’Ottavia – Il cuore del Ghetto ebraico di Roma. Qui il 16 ottobre 1943 vennero rastrellati 1.259 ebrei (tra essi 207 bambini) ed avviati ai campi di concentramento. Solo 16 sopravvissero alla sterminio, una sola donna: Settimia Spizzichino. Intervento rappresentante comunità ebraica, Emanuele Di Porto.

Ore 12,00 San Saba – Un silenzio che dura 65 anni. Nel 2007 Mino, il più grande dei fratelli Moscati, invita Bruno Fantera a testimoniare quanto accaduto. Di lì a poco parte l’iniziativa per riconoscerlo come Giusto tra le Nazioni. La cerimonia si svolge in Sinagoga il 18 settembre 2008. Lo Stato di Israele consegna l’onorificenza a Bruno e alla memoria di sua madre Esifile. Verranno piantati due ulivi nel Giardino dei Giusti in Israele e i loro nomi vengono iscritti nel museo dello Yad Vashem. Intervento di Fabrizio Fantera.

Ore 12,45 Ponte Settimia Spizzichino – Il ponte dedicato all’unica deportata nella città di Roma che è tornata da Auschwitz. Dopo la sua scomparsa, il Comune di Roma decise di dedicarle il Ponte Settimia Spizzichino, il cavalcavia che collega via Ostiense alla circonvallazione Ostiense. Intervengono Amedeo Ciaccheri, presidente dell’VIII Municipio, ed Elio Limentani in rappresentanza della famiglia di Settimia Spizzichino.

Ore 13,30 Villetta Social Lab Garbatella – Villetta Social Lab nasce nel 2015 all’interno della Villetta a Garbatella, dal 1944 sede storica di quartiere dei partiti della sinistra. La sezione della “Villetta” in seguito fu intitolata a Giuseppe Cinelli, comunista di Garbatella, martire delle Fosse Ardeatine, dove aveva trovato la morte insieme al fratello maggiore Francesco. Intervento Coro Sgarbatello della Villetta. Sarà possibile anche pranzare nella BioOsteria della Villetta Social Lab, curata da Massimone (per il pranzo è gradita la prenotazione).

Informazioni

L’evento è gratuito, per la pedalata non occorre iscrizione, prenotazione o tessera. Per partecipare è sufficiente recarsi sul luogo dell’appuntamento o in una delle tappe, all’orario stabilito e pedalare.

Chi partecipa alla pedalata, ovviamente, può lasciare il gruppo in qualsiasi momento. Per chi la mattina non può esserci, se vorrà, potrà recarsi direttamente alla Villetta Social Lab per seguire gli interventi musicali del Coro Sgarbatello ed eventualmente pranzare alla BioOsteria, come sopracitato

È organizzata da:

ANPI – comitato provinciale di Roma
ArciGay Roma
Bike4city
Ciclofficina MacchiaRossa
Fiab Roma Biciliberatutti
Fiab Roma Ruotalibera
Gruppo Sport e Natura
Salvaiciclisti Roma
Uisp – sportpertutti – comitato di Roma
VediRomainbici
Villetta Social LAB

Con il patrocinio di: Comune di Roma, VIII Municipio

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!