24.4 C
Roma
venerdì 14 Giugno 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneA Macerata un suggestivo viaggio nella storia della fotografia

A Macerata un suggestivo viaggio nella storia della fotografia

In una mostra di ritratti e attrezzature di Giuliano Blarasin, alla “Galleria degli antichi forni”, un interessante percorso di tecnica e arte

- Pubblicità -

Scomparso nel 2015, poco dopo aver compiuto 100 anni, il fotografo anziate Giuliano Blarasin, trasferitosi a Macerata dopo le nozze con una recanatese, negli anni ‘50 aprì lo studio fotografico “Foto Crucianelli”, intitolandolo alla moglie. Dal 28 ottobre al 5 novembre a Macerata, nella Galleria degli antichi forni, in piaggia della Torre, una mostra espone alcuni suoi ritratti fotografici e le sue storiche attrezzature. La mostra è curata dal figlio Edoardo, con l’aiuto della dottoressa Valentina Fazzini.

Interessanti le coloriture che furono apposte da Giuliano Blarasin ai ritratti in bianco e nero dell’inizio del secolo scorso. E curioso il ritocco delle foto, che (non essendo ancora stata inventata la tecnica digitale, oggi a portata di tutti con Photoshop) veniva eseguito con estrema cura sui negativi, utilizzando “raschietto” o “sgarzino” e matita a punta finissima. La mostra è a ingresso gratuito.

- Pubblicità -
Alessandra Lumachelli
Alessandra Lumachelli
Grafologa forense e consulente grafologica, docente, conferenziera e scrittrice, ha pubblicato saggi, romanzi e libri di poesie. Fra gli altri: “Il costo sociale del ghosting”, “Drinking (and Dancing) with L. A.”, “Amore non mio”, “Scrittura creatività e arte”, “Grafologia. Appunti in ordine sparso”. Da sempre attenta a tematiche etiche e sociali, sostiene Survival. Il nome registrato Drinking with L. A. le appartiene.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!