10.3 C
Roma
mercoledì 7 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCultura e spettacoliGeorge Harrison, 20 anni senza un artista straordinario e anche molto altro

George Harrison, 20 anni senza un artista straordinario e anche molto altro

È stato un esempio di come la contaminazione culturale e l’attenzione alle problematiche sociali producano valori che travalicano confini umani e temporali

- Pubblicità -

Venti anni fa, a Los Angeles, ci lasciava George Harrison. A chi ama la musica sembra ieri, ma sono già quattro lustri senza di lui, classificato all’undicesimo posto nella classifica dei migliori chitarristi di tutti i tempi stilata dalla rivista Rolling Stone. Nell’immaginario collettivo è legato a doppio filo alla storia leggendaria dei Beatles, ma è stato anche un artista, uomo di cultura e di umanità straordinario.

È stato grazie al suo impegno, conseguente all’amore per lo studio della cultura indiana, che i Fab Four hanno introdotto nuove sonorità, che hanno contribuito a contraddistinguerli e che, esattamente 50 anni fa, ha potuto vedere la luce un triplo album straordinario, nel quale oltre a lui, sono presenti geniali artisti del calibro di Ringo Starr, Eric Clapton, Bob Dylan, Billy Preston, Ravi Shankar, Leon Russell.

È “The concert for Bangladesh”, ricavato dal concerto di beneficenza tenutosi al Madison Square Garden di New York. Un esempio di come la contaminazione culturale e l’attenzione alle problematiche sociali producano valori che travalicano confini umani e temporali.

- Pubblicità -
Articolo precedente
Articolo successivo
Massimo Marciano
Massimo Marcianohttp://www.massimomarciano.it
Fondatore e direttore di Metropoli.online. Giornalista professionista, youtuber, presidente e docente dell'Università Popolare dei Castelli Romani (Ente accreditato per la formazione professionale continua dei giornalisti), eletto più volte negli anni per rappresentare i colleghi in sindacato, Ordine e Istituto di previdenza dei giornalisti. Romano di nascita (nel 1963), ciociaro di origine, residente da sempre nei Castelli Romani, appassionato viaggiatore per città, borghi, colline, laghi, monti e mari d'Italia, attento osservatore del mondo (e, quando tempo e soldi lo permettono, anche turista). La passione per la scrittura è nata con i temi in classe al liceo e non riesce a distrarmi da questo mondo neanche una donna, tranne mia figlia.
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli