25 C
Roma
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneGattino solo in auto liberato dai pompieri, padrona multata dalla Polizia locale

Gattino solo in auto liberato dai pompieri, padrona multata dalla Polizia locale

Marino (RM): i passanti, sentiti i lamenti dell'animale, hanno dato l'allarme. Gli amministratori comunali: «Grande sensibilità dei cittadini»

- Pubblicità -

Aveva lettiera e cibo ma era privo di ciò che un felino ama di più: la libertà e la vicinanza di un umano che lo coccoli. Così un gattino, lasciato da solo in auto dalla sua padrona, ha iniziato a miagolare insistentemente. Tanto da attirare l’attenzione dei passanti che non sono rimasti con le mani in mano e, inteneriti dalla piccola creatura sofferente, hanno chiamato gli agenti della Polizia locale: gatto liberato e padrona sanzionata.

È successo a Marino, alle porte di Roma. Gli agenti, giunti sul posto, esaminata l’anagrafica associata alla targa dell’auto hanno cercato di contattare il proprietario della vettura ma senza esito. Hanno così chiesto l’intervento dei Vigili del fuoco, che hanno provveduto a forzare una portiera dell’auto per permettere all’animale di uscire.

Dopo del tempo, una signora è giunta a recuperare auto e gattino, qualificandosi agli agenti come la proprietaria. Ma ha trovato una brutta sorpresa: la donna è stata sanzionata per aver abbandonato l’animale nella vettura.

- Pubblicità -

Una storia singolare che ha attirato l’attenzione delle persone che si trovavano nei pressi e che ha anche determinato la reazione degli amministratori cittadini. «Una storia a lieto fine – hanno scritto in una nota congiunta il sindaco, Stefano Cecchi, e l’assessora alle politiche per gli animali, Roberta Covizzi – grazie al pronto intervento della Polizia locale e dei Vigili del fuoco ma, soprattutto, un esempio di grande sensibilità da parte dei cittadini che hanno subito avvisato le Forze dell’ordine».

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -

Primo Piano