11.4 C
Roma
martedì 27 Febbraio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeSocietàFilm Commission: rinnovati i vertici dell'ente del cinema e degli audiovisivi

Film Commission: rinnovati i vertici dell’ente del cinema e degli audiovisivi

Presente in 18 regioni e nelle due province autonome, si adopera per incentivare gli investimenti per produzioni nazionali e internazionali

- Pubblicità -

Durante il training annuale delle Film Commission italiane, tenutosi a Roma, si è riunita l’assemblea dell’Associazione Ifc (Italian Film Commissions) per eleggere il nuovo consiglio direttivo. Presidente è stata eletta Cristina Priarone, di Roma Lazio Film Commission; vicepresidenti Paolo Manera, di Film Commission Torino Piemonte, e Maurizio Gemma, di Film Commission Regione Campania. Riconfermata nel ruolo di segretaria generale Tina Bianchi.

L’Associazione Italian Film Commissions, composta da 20 Film Commission presenti in 18 regioni e nelle due province autonome, rappresenta un riferimento per le produzioni nazionali e internazionali, gli autori, gli operatori professionali e le istituzioni del cinema e dell’audiovisivo. Si adopera per incentivare gli investimenti nel segmento cinematografico e audiovisivo nelle singole regioni, favorisce la crescita della coproduzione internazionale e la realizzazione di partnership operative e di sviluppo.

Cristina Priarone, confermata per un secondo mandato, nel ringraziare i soci per la fiducia rinnovata, ha evidenziato: «Il coordinamento lavorerà per continuare a rafforzare il ruolo delle Film Commission italiane, per promuovere le risorse delle regioni e per accrescere la forza propulsiva del settore audiovisivo italiano. La crescita dei territori, dei loro professionisti e talenti attraverso l’audiovisivo consolida una preziosa chiave di crescita del nostro Paese sullo scenario globale».

- Pubblicità -

Il neo vicepresidente Maurizio Gemma ha detto: «Sono molto orgoglioso di ricoprire di nuovo un ruolo nel Direttivo di Ifc dopo esserne stato presidente circa dieci anni fa. È importante che una Film Commission del sud rappresenti le istanze di territori molto attrattivi, che in questi hanno dato prova di un grande dinamismo che va consolidato nel quadro delle politiche nazionali che riguardano il nostro settore».

Paolo Manera, al suo secondo mandato da vicepresidente, ha affermato: «Sono felice di poter continuare il lavoro avviato tre anni fa e di lavorare insieme a tutte le Film Commission e ai componenti della filiera a un grande progetto di crescita e sviluppo dei territori, in una prospettiva ancora più inter-nazionale, di qualità e responsabilità sociale a tutto campo».

Il training dell’Associazione Italian Film Commissions ha visto la partecipazione dei rappresentanti delle Film Commissions italiane per il consueto incontro annuale di formazione e aggiornamento. All’evento di quest’anno sono intervenuti in panel di analisi del settore Giampaolo Letta, vicepresidente ed amministratore delegato di Medusa Film, Massimiliano Orfei, Ad di Vision Distribution, Giona A. Nazzaro, direttore del Locarno Film Festival, Maria Pia Ammirati, direttrice di Rai Fiction, Ben Firminger, supervising location manager, Domizia De Rosa, presidente di Women in Film, Televison & Media Italia, Marzia Macchiarella, Dei Specialist, oltre al sottosegretario alla Cultura Lucia Borgonzoni, con la conduzione del critico Enrico Magrelli e del documentarista Francesco Zippel.

Il prossimo appuntamento internazionale di Ifc sarà al Festival di Berlino allo European Film Market, nell’ambito dell’Italian Pavilion, spazio istituzionale realizzato con il contributo di Ministero della Cultura, Ministero degli Esteri, Ice Italian Trade Agency (Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane), Cinecittà, Anica (Associazione nazionale industrie cinematografiche audiovisive e digitali).

Il 18 febbraio si terrà l’evento di networking internazionale Cappuccino with the Italians, in collaborazione con i principali fondi regionali tedeschi, austriaci e del fondo dei Paesi Baschi.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!