31.8 C
Roma
mercoledì 17 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeAttualitàCovid -19: così i Paesi più “umili” hanno salvato più vite umane

Covid -19: così i Paesi più “umili” hanno salvato più vite umane

- Pubblicità -

«Quei Paesi sono stati più umili, perché erano più consapevoli della fragilità dei loro sistemi sanitari. Per questo non hanno preso alla leggera i segnali che arrivavano da Italia e Spagna e hanno deciso di applicare prima, e con più rigore, regimi di lockdown più stringenti.

Sapevano che non potevano permettersi di prendersi rischi».

Così, in un articolo pubblicato oggi, il Corriere della sera spiega come i Paesi europei più deboli economicamente (Romania, Bulgaria, Albania e Grecia), al contrario dei Paesi più forti, abbiamo dimostrato quell’umiltà che, attraverso un lockdown stringente come fatto in Italia e applicato da subito, ha permesso loro di avere meno vittime in percentuale rispetto al totale della popolazione in confronto a quelle registrate negli Stati più “ricchi”. Salvando così più vite umane, in proporzione, di quelle salvate nei Paesi dell’Europa ricca: Francia, Germania, Svizzera, Svezia, Belgio, Danimarca, Gran Bretagna.

- Pubblicità -

Noi italiani, già dimenticata la paura di quando cantavamo dai balconi e volevamo “santi subito” medici, infermieri, portantini e chiunque maneggiasse un flacone di amuchina o di alcol denaturato, oggi:

– pensiamo di essere fuori dall’emergenza;

– gonfiamo le vene del collo di rabbia denunciando un “regime dittatoriale e affamatore di popolo”, come se un governo qualunque fosse così imbecille da bloccare le persone e l’economia del proprio Paese senza gravi motivi di sanità, come previsto dalla Costituzione all’articolo 16;

– facciamo gli splendidi in giro tutti insieme appassionatamente senza mascherine, che ieri volevamo a tutti i costi gratis per ognuno e che oggi giudichiamo “inutili se non dannose“;

– polemizziamo con chi critica non certo i cittadini lombardi, ma la sottovalutazione del problema dimostrata dai politici tutti chiacchiere e distintivo del governo regionale della Lombardia, come se chi critica e ricorda gli scandali ai danni della sanità pubblica regionale non amasse come parte di se stesso i lombardi (fra i quali ci sono anche i nostri cari) e quel territorio.

Mentre noi facciamo tutto questo, i dati parlano chiaro: chi ha avuto l’umiltà di applicare il blocco come in Italia, senza che l’urlatore o l’odiatore di turno sollevasse una canea su ogni sospiro (sui social come in Parlamento), ha salvato vite umane.

Una volta, da quando l’umanità è scesa dagli alberi, solo questo contava.

- Pubblicità -
Massimo Marciano
Massimo Marcianohttp://www.massimomarciano.it
Fondatore e direttore di Metropoli.online. Giornalista professionista, youtuber, presidente e docente dell'Università Popolare dei Castelli Romani (Ente accreditato per la formazione professionale continua dei giornalisti), eletto più volte negli anni per rappresentare i colleghi in sindacato, Ordine e Istituto di previdenza dei giornalisti. Romano di nascita (nel 1963), ciociaro di origine, residente da sempre nei Castelli Romani, appassionato viaggiatore per città, borghi, colline, laghi, monti e mari d'Italia, attento osservatore del mondo (e, quando tempo e soldi lo permettono, anche turista). La passione per la scrittura è nata con i temi in classe al liceo e non riesce a distrarmi da questo mondo neanche una donna, tranne mia figlia.
- Pubblicità -

Primo Piano