9.5 C
Roma
mercoledì 7 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneCaporalato in agricoltura in Umbria: all'Università un piano di contrasto

Caporalato in agricoltura in Umbria: all’Università un piano di contrasto

“Diagrammi nord” è il progetto per creare competenze in merito alle norme per combattere il fenomeno, promosso con la partecipazione di Agci

- Pubblicità -

Quale incidenza ha e come si manifesta il fenomeno del caporalato in agricoltura in Umbria? Se ne è discusso nel fine settimana appena trascorso all’Università di Perugia. “Il caporalato e lo sfruttamento lavorativo in agricoltura: il caso dell’Umbria” è il tema del convegno, tenuto in presenza e in collegamento, nell’Aula 1 del Dipartimento di Scienze Politiche.

Si è trattato di uno dei tanti interessanti dibattiti nati nell’ambito del progetto “Diagrammi nord”, che è finanziato dal Ministero del Lavoro, tramite l’Avviso 1/2019, ed ha l’obiettivo principale di realizzare interventi d’integrazione socio-lavorativa finalizzati alla prevenzione e al contrasto dello sfruttamento lavorativo e del caporalato in agricoltura. Alla tavola rotonda, moderata dal professor Stefano Giubboni, presente anche Gabriele Nardini, presidente di Agci (Associazione generale delle cooperative italiane) Umbria, ente che partecipa al progetto.

Gabriele Nardini

Si è discusso di sfruttamento del lavoro in agricoltura: efficienza ed organizzazione economica, con spunti di analisi basati sull’esperienza di emersione, soffermandosi in particolare su quanto è importante fare e ricevere prevenzione e formazione. Sono proprio questi due principi che fanno di “Diagrammi nord” un progetto ambizioso che prevede azioni finalizzate a sviluppare competenze in merito al quadro normativo di contrasto al caporalato, alle prassi amministrative rispetto all’impiego di lavoratori stranieri e alle opportunità offerte dalla Rete del lavoro agricolo di qualità.

- Pubblicità -

Con tutte queste finalità, “Diagrammi nord” intende facilitare la creazione di partnership costruttive tra profit e no profit per creare valore condiviso e promuovere la visibilità delle imprese che creano valore sociale. Il progetto rappresenta una proposta di dignità, di qualità, di sfida realizzata mediante il protagonismo delle istituzioni, delle parti sociali, economiche e del Terzo Settore.

L’Associazione generale delle cooperative Italiane condivide i valori e i principi promossi dal progetto “Diagrammi nord” e vuole apportare il proprio contributo nel contrastare il fenomeno del grave sfruttamento lavorativo e del lavoro irregolare in agricoltura attraverso la realizzazione di un’azione di sistema interregionale mirata alla prevenzione, all’assistenza, all’integrazione, all’accompagnamento al lavoro regolare delle vittime o potenziali vittime di sfruttamento.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli