27.5 C
Roma
venerdì 30 Luglio 2021
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneAssocoop Agci, in Piemonte Giuseppe D'Anna nuovo presidente

Assocoop Agci, in Piemonte Giuseppe D’Anna nuovo presidente

«Le nostre cooperative hanno continuato a fornire servizi, a mantenere gli impegni assunti, nonostante la pandemia da Covid-19, ma oggi molte di loro devono fare i conti con pesanti difficoltà su più fronti, considerata inoltre la situazione economica piena di incognite», ha detto il neo presidente

- Pubblicità -

La sezione regionale piemontese dell’Associazione generale cooperative italiane (Agci) ha da martedì un nuovo presidente. A Torino, nella sede storica di Via Sacchi di Agci Piemonte, il Consiglio direttivo generale ha eletto all’unanimità Giuseppe D’Anna. Succede al dimissionario presidente uscente Alberto Garretto. Alla riunione dei Direttivo hanno preso parte anche il presidente nazionale di Agci, Giovanni Schiavone, e il vicepresidente vicario, Sergio Cardia.

«Certi del lavoro e dell’impegno nel mondo della cooperazione e dell’associazionismo che Giuseppe D’Anna ha dimostrato concretamente negli anni – hanno detto Schiavone e Cardia nel loro indirizzo di saluto al nuovo presidente regionale – il suo contributo in Agci Piemonte sarà importante e prezioso all’interno della presidenza, del Direttivo regionale e per tutte le cooperative».

«Sono onorato della fiducia che mi è stata concessa – ha affermato il neopresidente di Agci Piemonte Giuseppe D’Anna – per ricoprire un ruolo così importante e di prestigio. Un doveroso ringraziamento al mio predecessore per il lavoro sin qui svolto. Mi impegnerò insieme a tutto l’Ufficio di presidenza affinché l’Associazione regionale, nel corso del mio mandato, possa crescere sia in termini associativi che organizzativi in modo da rappresentare una eccellenza. Mi piace accettare le sfide e rispondere positivamente alle richieste di impegno che mi giungono, come ho già fatto in precedenza con altri incarichi altrettanto prestigiosi. Le nostre cooperative hanno continuato a fornire servizi, a mantenere gli impegni assunti, nonostante la pandemia da Covid-19, ma oggi molte di loro devono fare i conti con pesanti difficoltà su più fronti, considerata inoltre la situazione economica piena di incognite».

- Pubblicità -

«Un mandato all’insegna di collegialità,  condivisione, visione e competenza. Saranno questi i capisaldi del mio mandato – ha continuato il neopresidente D’Anna – che rappresentano i valori primari del mio agire, all’interno della presidenza e del Direttivo. Cercherò di mettere a frutto gli anni di governo di altre associazioni e imprese che mi hanno conferito una buona esperienza di sistema. Ecco, questo sarà il nostro impegno, ovvero quello di valorizzare le capacità di ciascun componente, affinché tutti possano contribuire alla crescita e allo sviluppo dell’Associazione, tenendo sempre presente che “cooperare” vuol dire condividere ed operare all’unisono per il raggiungimento di obiettivi comuni, ponendo sempre al centro i bisogni reali delle cooperative, che rappresentano le basi della nostra motivata esistenza».

- Pubblicità -
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano