5.6 C
Roma
sabato 28 Gennaio 2023
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàVentotene e le radici dell'Europa: un progetto di formazione per i giovani

Ventotene e le radici dell’Europa: un progetto di formazione per i giovani

Due giornate con gli studenti dedicate a ricerche storiche e documenti su confino politico e autori del Manifesto per il federalismo europeo

- Pubblicità -

Il 23 e il 24 gennaio, la sezione di Latina del Movimento federalista europeo, in collaborazione con Acta aps e Università la Sapienza di Roma e con la partecipazione dell’Archivio di Stato di Latina, presenterà un modulo di formazione all’interno del progetto “Memorie di Vento-l’isola che c’è”, vincitore del bando in attuazione della legge regionale del Lazio numero 12 del 2020. Destinatarie delle giornate di formazione, che si terranno all’archivio di stato di Latina, alcune classi dell’istituto di istruzione superiore Vittorio Veneto-Salvemini e del liceo scientifico Ettore Majorana di Latina.

Il progetto intende promuovere e consolidare la conoscenza dell’idea dell’Europa e la sua origine, grazie a un percorso di sensibilizzazione e sviluppo della cittadinanza e dei valori comuni europei. Il progetto di formazione, nelle relative giornate, è suddiviso in tre parti.

La prima parte è dedicata alla memoria, mantenendo vivo ciò che avvenne a Ventotene durante il secondo conflitto mondiale, attraverso le figure che elaborarono il famoso Manifesto di Ventotene: Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni. Custodire la memoria ci aiuta a conoscere, attraverso le storie individuali e collettive, il nostro futuro e la comunità di destino nella quale apparteniamo.

- Pubblicità -

La seconda parte è dedicata alla ricerca storica, avendo la possibilità di vivere i documenti e le carte del confino politico di Ventotene e attraverso questi riconoscere l’ambiente all’interno del quale si è sviluppato il pensiero dell’unificazione europea. Questo grazie ai materiali messi a disposizione dall’Archivio di Stato di Latina.

La terza ed ultima parte è dedicata alle esperienze evocative degli elementi materiali di cui è composta “L’isola che c’è”, Ventotene, anche grazie alla quale il sogno, l’utopia concreta dei confinati ha trovato luce.

Ventotene (© Marina Testa – Riproduzione riservata)
Ventotene (© Marina Testa – Riproduzione riservata)

Il programma del 23 e 24 gennaio 2023

Archivio di Stato di Latina
Modulo di formazione del progetto a cura del Movimento Federalista Europeo sezione di Latina

Ore 10,30 – 10,50
A cura dell’Archivio di Stato, il sistema di archiviazione e il ruolo dell’Archivio

Ore 10,50 – 11,30
Presentazione Progetto “Memorie di Vento. L’Isola che c’è” – Il Confino di Ventotene – I personaggi della storia europea: Altiero Spinelli, Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni

Ore 11,30 – 11.45
Visione dei fascicoli di Rossi e Spinelli

Ore 11,45 – 11,55
Il Manifesto di Ventotene. Introduzione e riflessioni.

Ore 11,55 – 12,30
Attualità europea. L’Europa di oggi e di domani – Il Seminario di Ventotene e dibattito con gli studenti.

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli