22.2 C
Roma
sabato 25 Maggio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàStop al mercato tutelato di luce e gas, cosa succede se non...

Stop al mercato tutelato di luce e gas, cosa succede se non arriva la proroga

Dieci milioni di famiglie dovranno cambiare fornitore o entreranno in un regime transitorio per 3 anni, con fornitore assegnato in automatico

- Pubblicità -

Il governo sta pensando a una proroga del mercato tutelato delle bollette di luce e gas, che scade il 10 gennaio 2024. Il ministro dell’ambiente, Gilberto Pichetto Fratin, ha parlato di «traghettamento al di fuori del mercato tutelato dei clienti domestici, in particolar modo dei vulnerabili, i più colpiti dall’instabilità dei prezzi dell’energia», ma in realtà potrebbe arrivare un rinvio secco per tutti di sei mesi. Se però questo slittamento non ci sarà, circa 10 milioni di famiglie dovranno passare dal regime tutelato – il sistema con le tariffe fissate dall’Arera, l’Authority dell’energia – al mercato libero.

I nuclei che al prossimo 10 gennaio non avranno ancora scelto il fornitore potranno accedere a un regime transitorio (per tre anni). Si tratta del Servizio a tutele graduali, una sorta di mercato ibrido che assegnerà in automatico alle utenze un nuovo fornitore, individuato tramite un’asta territoriale.

Per farsi un’idea delle offerte del mercato libero basta consultare i comparatori online, dove i consumatori possono decidere se acquistare subito un pacchetto nuovo o aspettare il servizio transitorio. Il mercato libero offre sconti e promozioni soprattutto per i nuovi clienti, ma a lungo termine il mercato tutelato sembra aver assicurato in questi anni bollette più basse.

- Pubblicità -

Nei primi mesi della guerra in Ucraina, ad esempio, le offerte del mercato libero risultavano più competitive rispetto a quelle del tutelato, soggetto alle oscillazioni geopolitiche con impatti trimestrali sulle tariffe. Poi però, con il passare dei mesi, i costi si sono allineati.

(Agenzia DIRE)

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!