22.4 C
Roma
venerdì 7 Ottobre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneScrittore e gentiluomo: il Premio “Fair play for life” a Marco Tullio...

Scrittore e gentiluomo: il Premio “Fair play for life” a Marco Tullio Barboni

Sarà consegnato il 23 nel salone del Coni come riconoscimento di una esistenza, umana e professionale, vissuta all'insegna del fair play

- Pubblicità -

Ennesimo riconoscimento per lo scrittore Marco Tullio Barboni, che nella mattinata del prossimo 23 settembre, nel salone d’onore del Coni, ritirerà un importante premio per la sua carriera: il Fair play for life. L’occasione sarà un evento organizzato dal Comitato nazionale italiano Fair Play guidato da Ruggero Alcanterini. Insieme a tanti altri personaggi del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo, ma anche dell’informazione e della società civile, a Marco Tullio Barboni sarà riconosciuta una esistenza, umana e professionale, vissuta all’insegna del fair play.

Lo scrittore, in questo 2022, ha festeggiato tanti successi. In primis, quelli del suo libro Matusalemme Kid. Alla scoperta di un cuore bambino” (Paguro). È stata anche editata, sempre con la stessa casa editrice, la versione teatrale della sua prima creatura letteraria: …E lo chiamerai destino’.

Oltre, aspetto non secondario, alla celebrazione pubblica dei cento anni dalla nascita del papà, E. B. Clucher. Il ventennale dalla scomparsa ha inoltre permesso all’Assemblea Capitolina di iniziare l’iter per l’intitolazione di una via nell’Urbe a questo regista, inventore di Lo chiamavano Trinità e director di altri indimenticabili successi del cinema italiano.

- Pubblicità -

Barboni, noto sceneggiatore, regista e negli ultimi anni scrittore outsider di successo, ha così commentato a caldo il riconoscimento che gli verrà attribuito: «Fair Play. La definizione è nota: gioco corretto, nel rispetto delle regole e degli avversari. Non solo nello sport ma nei rapporti umani e sociali più in generale. Politica compresa. Difficile non avvertire come tutto ciò troppo spesso strida con la realtà che viviamo, con l’ostilità imperante, con la voce dei social che si compiacciono di definire la parte a loro giudizio soccombente in un confronto umiliata, schiantata, “asfaltata”. Più questo atteggiamento prende piede, tanto più sono necessarie iniziative come il premio Fair Play for Life, che restituiscono all’uomo la sua umanità, il suo ‘Io’ migliore”. Il fair play, molto più che una regola scritta, è una regola che si basa sulla coscienza. Sulla quale l’imbroglio, la slealtà e il disprezzo delle regole possono essere occultati ma mai cancellati».

Auguriamoci che il “diritto alla gioia”, nell’ottica di una transizione etica che il Comitato nazionale italiano Fair Play abbraccia da sempre nel suo percorso di miglioramento della società civile, possa essere applicato da un numero crescente di persone, sia nella vita quotidiana sia nell’esercizio delle professioni.

L’iniziativa Fair play for life sarà ovviamente non profit, come è nello stile del Comitato nazionale italiano Fair Play, che è una associazione benemerita: opera in sintonia con altre organizzazioni analoghe in 41 Paesi europei e 120 nel mondo, e l’ assegnazione dei premi nazionali della prima edizione di Fair Play for life  intenderà celebrare una giornata dedicata alla vita e ai suoi valori più autentici.

- Pubblicità -
Lisa Bernardini
Lisa Bernardinihttps://lisabernardini.it/
Toscana di nascita ma romana d’adozione; nasce nel 1970. Giornalista pubblicista iscritta all’Ordine dei Giornalisti del Lazio, Presidente dell’Associazione Culturale “Occhio dell’Arte APS”, direttore artistico. Si occupa di organizzazione eventi, informazione, pubbliche relazioni e comunicazione. Segue professionalmente per lo più personaggi legati alla cultura, all'arte  e alla musica. Fine Art Photography. 
- Pubblicità -

Primo Piano