21.7 C
Roma
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCalcioRoma e i suoi stadi… di allucinazione

Roma e i suoi stadi… di allucinazione

La capitale d'Italia ha un solo stadio, dove vengono ospitate tutte le competizioni; Londra ne ha un'infinità. Vorrà pur dire qualcosa?

- Pubblicità -

Roma ha circa 3 milioni di abitanti, Londra sfiora i 9 milioni. Tre volte. Ma Roma ha una estensione territoriale molto più grande di quella di Londra. Roma ha un solo stadio, l’Olimpico, costruito per le Olimpiadi del 1960 e successivamente sottoposto a vari restyling. Londra ha una infinità di stadi di proprietà (vedi mappa qui sotto), dai Club di Premier a quelli di Quinta Serie.

All’Olimpico di Roma tra poco arriveranno a giocare anche per il torneo dei bar, a Londra i terreni di gioco sono sacri come le mura Vaticane. Se li calpesti ti arrestano. A Roma il Flaminio abbandonato da 40 anni è la vergogna di una città Eterna. A Roma la Giunta 5S (o magari delle costole incontrollate) ha “palleggiato” l’ex presidente della Roma, Pallotta, facendogli credere che avrebbe costruito uno stadio ma non si sa bene dove.

A Roma la Giunta 5S e non solo loro avevano abboccato il presidente della Lazio, Lotito, per il Flaminio ma si è arenato tutto perché ci sono vincoli ultracentenari sull’area.

- Pubblicità -

Diciamo anche la Giunta 5S non può e deve essere l’unica responsabile dello sfacelo di Roma e nella fattispecie dell’assenza di visione in merito alla costruzione di nuovi stadi. A Roma, 40 e passa anni di politica traversale hanno portato allo stato attuale, agli… stadi di allucinazione, per voler ironizzare.

E allora all’Olimpico di Roma stasera si giocherà Lazio-Salernitana (serie A) dopo che giovedì si è giocata Roma-Bodo Glimt (Conference League), sabato Italia-All Blacks di rugby e venerdì prossimo l’Italia si giocherà la qualificazione ai mondiali con la Svizzera. Se dovesse piovere 3 giorni sarà un disastro. Chissà cosa dirà Gravina al suo amico Malagò. This’s Rome, that’s London. Ma noi li abbiamo fregati agli Europei a casa loro, vuoi mettere?

- Pubblicità -
Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi
Nato a Roma il 9 maggio 1961, residente a Frosinone. Sono un giornalista professionista ma ho anche una cultura informatica. Per 17 anni ho lavorato infatti nel Ced di un’azienda chimica, partendo da operatore e arrivando ad essere sistemista. Nel frattempo ho continuato a coltivare la mia passione di sempre, scrivere e raccontare fatti. Prima da collaboratore di un quotidiano locale, Ciociaria Oggi, e poi, una volta chiusa la lunga parentesi da informatico, da redattore e successivamente da Capo Servizio dello Sport di un altro quotidiano locale, La Provincia. Da 4 anni sono nell’Ufficio Stampa del Frosinone Calcio.
- Pubblicità -

Primo Piano