16.8 C
Roma
domenica 25 Settembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneRiano, i lavori dell'Acea portano alla luce due tratti dell'antica via Flaminia

Riano, i lavori dell’Acea portano alla luce due tratti dell’antica via Flaminia

Individuata una via basolata a 90 centimetri di profondità rispetto al piano stradale. I lavori di studio sono ora curati dalla Soprintendenza

- Pubblicità -

Nell’ambito dei lavori di scavo finalizzati alla messa in opera di una nuova condotta idrica a Riano, lavori svolti da Acea Ato2 spa, sono stati riportati alla luce due tratti dell’antica via Flaminia, strada consolare costruita dal console Gaio Flaminio per collegare Roma con l’Italia centro-settentrionale e realizzata in soli due anni, tra il 220 e il 219 a.C.

Subito sono partite le indagini archeologiche svoltesi a cura della società Archeo dell’archeologo Fabio Turchetta e sotto la direzione scientifica della Soprintendenza, con funzionario competente Biancalisa Corradini.

La via basolata, individuata ad una profondità di circa 90 centimetri dall’attuale piano di calpestio, è stata indagata per un tratto lungo 27 metri. In questo tratto la moderna via Flaminia ripercorre in maniera piuttosto precisa il tracciato della via romana, fatta eccezione per un lieve disassamento.

- Pubblicità -

La strada antica, che presenta i tipici solchi carrai, è stata indagata per una larghezza massima di 4 metri e conserva solo piccole porzioni dell’originaria basamento sul limite occidentale. Non è stato invece possibile riportare alla luce il limite orientale del basolato antico che prosegue al di sotto del piano stradale della via Flaminia moderna.

Un ulteriore tratto dello stesso tracciato antico è stato identificato 90 metri più a nord, sulla banchina occidentale della strada moderna immediatamente a ridosso del monumento dedicato a Giacomo Matteotti. Anche in questo caso il basolato romano risulta perfettamente conservato a soli 80 centimetri di profondità dall’attuale piano stradale della via Flaminia moderna.

- Pubblicità -
Claudia Cavallini
Claudia Cavallini
Nata nel 2006 a Roma, vive felicemente nella sua amata cittadina in provincia di Roma: Fiano Romano. Frequenta il liceo scientifico “Margherita Hack” di Morlupo. Ha conseguito la licenza nella scuola secondaria di primo grado all’Istituto comprensivo Fiano, con votazione 10 e lode. Ha ottenuto la certificazione B1 preliminary della lingua inglese. Nel 2016 ha vinto il concorso letterario per piccoli scrittori indetto dal Comune di Fiano Romano. Collabora con la rivista “La Gazzetta del Tevere”. Dedica molte ore allo sport e segue il calcio. La sua grande passione è la danza: è iscritta a corsi di danza classica, contemporanea e hip hop. Partecipa a laboratori di teatro-recitazione e prende parte con entusiasmo agli spettacoli che vengono messi in scena. Fin da piccola ha manifestato una particolare predilezione per la lettura e la scrittura. Ha prestato sempre una speciale attenzione agli eventi che accadono in tutto il mondo e principalmente nel territorio in cui abita. Il motto che guida la sua vita è un aforisma di Friedrich von Schiller: «Chi non osa nulla, non speri nulla».
- Pubblicità -

Primo Piano