21.7 C
Roma
giovedì 11 Agosto 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneMarino, per il consiglio comunale trasparenza “digitale”

Marino, per il consiglio comunale trasparenza “digitale”

Una infrastruttura elettronica d’avanguardia permetterà di seguire l’attività istituzionale e consultare gli atti comodamente da casa propria

- Pubblicità -

Diretta streaming delle sedute del consiglio comunale, accesso all’archivio delle sedute passate, consultazione mirata di interventi e ricerca di atti ufficiali attraverso un sistema di ricerca facile e intuitivo. È Smart.Cloud, l’infrastruttura digitale d’avanguardia che il Comune di Marino mette a disposizione dei cittadini per seguire tutta l’attività istituzionale comodamente da casa propria. Per i marinesi, quindi, l’attività delle massime assise cittadine diventa ancora più trasparente grazie a una innovativa tecnologia digitale.

«Marino – spiega in una nota il sindaco della città dei Castelli Romani, Stefano Cecchi – apre le porte al digitale, il consiglio comunale diventa più smart e le nuove funzioni permettono finalmente a tutta la cittadinanza una maggiore partecipazione ai processi della macchina amministrativa e inclusione».

Attraverso il sito istituzionale del Comune sarà possibile accedere a un sistema di archiviazione nel cloud che permetterà molteplici attività: la consultazione dell’attività politica dei consiglieri, compresi gli atti da loro presentati e gli interventi effettuati in consiglio, consultare discussioni specifiche attraverso un sistema di indicizzazione dei vari punti delle sedute, usufruire della sottotitolazione per non udenti, visualizzare i dati statistici delle votazioni, con l’indicazione dei voti espressi da ogni consigliere, fare ricerche nell’archivio con parole chiave, attivare lo streaming su Facebook e Youtube per seguire le sedute.

- Pubblicità -

«Questo strumento – commenta il presidente del consiglio comunale, Eugenio Pisani – rappresenta il primo passo verso una digitalizzazione della macchina amministrativa che renderà più immediato l’esercizio dell’accesso civico. La piattaforma rende più semplice ed evidente l’accesso agli atti, che possono essere estrapolati in modalità elettronica da qualsiasi device: tablet, laptop e smartphone».

- Pubblicità -
Stefania Basile
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -

Primo Piano