22.7 C
Roma
mercoledì 23 Giugno 2021
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneIsole minori “Covid free”, l'idea piace ai Sindaci; «Ma dateci i vaccini»

Isole minori “Covid free”, l’idea piace ai Sindaci; «Ma dateci i vaccini»

I primi cittadini di Ventotene e di Ponza chiedono a Governo e Regione Lazio di accelerare sul progetto: in previsione della stagione turistica, importante creare “bolle” protette in territori facilmente controllabili

- Pubblicità -

C’è l’ok dei Sindaci di Ponza e di Ventotene all’idea di rendere Covid free le isole minori d’Italia. Un progetto che intende favorire il turismo, stimolando l’afflusso in aree ristrette e quindi più facilmente controllabili dal punto di vista sanitario. L’idea piace anche al Ministro del turismo, Massimo Garavaglia. Ma perché possa essere concretamente attuata, avvertono i Sindaci, occorre accelerare il piano vaccinale: al momento le isole minori si trovano in regola con la tabella di marcia dei vaccini, ma per renderle sicure occorre procedere più speditamente, avvisano i primi cittadini.

Intervistato dall’Agenzia Dire, il Sindaco di Ventotene, Gerardo Santomauro, ha detto che l’idea «è assolutamente condivisibile. Ci fa piacere che si stia accelerando su questo fronte, anche perché altrimenti si rischia di far sparire i turisti stranieri, che proprio per questo motivo vanno in Grecia. Invece le isole Covid-free rappresenterebbero uno stimolo in più per recarsi in Italia. Sarebbero la vetrina della situazione sanitaria. Averle sarà un elemento di attrazione di tutto il Paese, alla pari delle isole greche, che in questo senso sono state lungimiranti».

Riguardo al piano di vaccinazioni, Santomauro ha annunciato che sono in corso contatti con la Regione Lazio: «Non abbiamo parlato con il presidente Zingaretti, ma segnali incoraggianti sono arrivati da altri componenti della Giunta, come l’assessora al Turismo, Valentina Corrado, nel corso di una riunione sulla programmazione della stagione balneare».

- Pubblicità -

In piena sintonia con il collega è il Sindaco di Ponza, Francesco Ferraiuolo, secondo il quale tutto è pronto per dare il via al progetto sull’isola. «Ci mancano soltanto i vaccini – ha detto anch’egli all’Agenzia Dire – e speriamo che la Regione Lazio si dia una mossa. Per il resto abbiamo tutte le caratteristiche per poter fare una vaccinazione di massa, anche perché abbiamo già fatto un’esperienza del genere ed è andato tutto bene, nel migliore dei modi. Ponza ha circa 3.400 abitanti e d’estate, con i turisti, si arriva anche a 20mila persone. Parliamo di grandi flussi, che quindi devono essere in qualche modo controllati».

Intanto il Governo lavora per concretizzare il progetto delle isole covid-free già dalla fine di questo mese, in coincidenza con i periodi festivi del 25 aprile e del Primo maggio. Da allora l’estate sarà alle porte e con essa le aspettative di una flessione della curva dei contagi, che aiuti a sostenere il turismo estivo. Fondamentale, quindi, avere delle “bolle” protette nei luoghi chiave, come le piccole isole che costellano le nostre coste, territori che per le condizioni naturali ben si prestano allo scopo.

- Pubblicità -
Stefania Basile
Sono nata nel 1977 all'estremità meridionale della Calabria tirrenica, nella città di Palmi, che si affaccia sullo stretto di Messina e sulle splendide isole Eolie. Amo le mie origini e Roma, la città dove vivo per motivi professionali. Come diceva la grande Mia Martini: «il carattere dei calabresi a me piace moltissimo. Possiamo sembrare testardi, un po' duri, troppo decisi. In realtà siamo delle rocce, abbiamo una grande voglia di lavorare e di vivere. Io non sono di origine, io sono proprio calabrese!».
- Pubblicità -

Primo Piano