15.5 C
Roma
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneFrascati, una città che diventa “officina” della ricerca estetica dell'arte

Frascati, una città che diventa “officina” della ricerca estetica dell’arte

Due settimane di eventi con 72 artisti alle Scuderie Aldobrandini. È la quarta edizione dell'Odea festival, aperto con una suggestiva serata

- Pubblicità -

A Frascati si apre Odea festival (Officina delle espressioni artistiche), giunto alla quarta edizione, che presenta nella città dei Castelli Romani un programma ricco di iniziative con la partecipazione di ben 72 artisti. Una falange creativa, pacifica e immaginifica che nel tempo è cresciuta, abbracciando un progetto ambizioso, contemporaneo, inclusivo e senza limiti per interpretare il reale attraverso il bello dell’arte.

La nuova edizione si struttura in un vero e proprio festival della durata di due settimane con 11 grandi eventi, 7 masterclass, due spettacoli, un film e la partecipazione di tanti artisti, affermati ed emergenti, che si confronteranno, dialogheranno e presenteranno i risultati della loro ricerca estetica contemporanea. Le Scuderie Aldobrandini di Frascati, mirabilmente ristrutturate nel 2000 da Massimiliano Fuksas, saranno l’open space polifunzionale, accogliente e in grado di dare ambientazioni e atmosfere multilivello alle performance degli artisti, ospitando la manifestazione dal 16 al 28 gennaio.

«L’Opening night show della manifestazione – dice Davide Coni, direttore artistico di Odea – si è tenuto martedì 16 con il vernissage della mostra espositiva, che sarà visitabile fino al 28 gennaio, negli orari di apertura del museo tuscolano, e la presentazione di Odea alla stampa generalista e di settore, alla presenza di tutti gli artisti coinvolti. Quest’anno abbiamo deciso di uscire dalla zona confort e trasformare l’evento in un vero e proprio festival della durata di due settimane, coinvolgendo tantissimi artisti e riunendo tutte le espressioni artistiche in un unico luogo. Infine, tra le grandi novità ci saranno i “Premi Musa” dedicati alle arti e un premio speciale per la stampa. Un ringraziamento speciale va alla squadra di Odea, composta da Andrea Cardinali, Sara Nox, Marcello Carboni, David Gofy, Francesca De Angelis, Marialuisa Cavallo, Giorgia Pecchi, Giorgia Lolli».

- Pubblicità -

La manifestazione è entrata nel vivo mercoledì 17 con due grandi presentazioni di libri nell’Auditorium delle Scuderie Aldobrandini. Federico Palmaroli ha presentato il suo nuovo libro “Il pugno si fa con la destra o con la sinistra” seguito dalla presentazione del romanzo “L’unico motivo per scrivere” di Carlo Cornelli e Davide Prencipe. Venerdì 19 gennaio arrivano invece le danze mediorientali e del fusion belly samba con la performance della danzatrice Weyda Paulino.

Sabato 20 gennaio le pianiste Barbara e Claudia, reduci da un tour musicale nei luoghi più suggestivi di Roma, tra cui il Colosseo e l’Aquario Romano, presentano alle Scuderie Aldobrandini “Crazypiano”, uno show interattivo con effetti visual che coinvolge i grandi della musica classica e le colonne sonore più famose.

In contemporanea ci sarà la straordinaria partecipazione della fashion designer Eleonora Altamore, che nel Museo Tuscolano esporrà alcune delle sue creazioni più famose, ispirate alla civiltà etrusca. Domenica 21 gennaio si prosegue con uno spettacolo dedicato alla danza e all’intelligenza artificiale, accompagnato da un workshop. L’evento è a cura di Cora Gasparotti.

Giovedì 25 alle 19.30 si terrà il “Castelly Poetry Slam”, che è una gara poetica live con ragazzi provenienti dai Castelli Romani, i quali si sfideranno declamando componimenti poetici. Al termine saranno assegnati i premi Musa. Venerdì 26 alle 19.30 si terrà la proiezione del film “Golia”, di Roberto Marra e Stefano Salvatori, con la presenza in sala di parte del cast artistico. La colonna sonora sarà eseguita live al piano dal maestro Ivan Dalia.

Sabato 27 gennaio gran finale con la prima edizione del Tersicore dance festival, prodotto da Odea in collaborazione con Csain (Centri sportivi aziendali e industriali, ente di promozione sportiva riconosciuto dal Coni). La giuria sarà formata da Silvio Tufanari, Maria Luisa Cavallo e Davide Coni. In gara ci saranno oltre cento danzatori. 

«Un particolare ringraziamento – fanno sapere da Odea – per la collaborazione a questa quarta edizione lo dobbiamo alla Galleria Castelli e a Paola Dongu, per aver messo a disposizione del Festival la squadra di artisti figurativi, ai ristoranti “Noah”, “Filologico” e “Troppo”, alla preside Elettra Casali e alla professoressa Claudia Sangiovanni del liceo artistico “San Giuseppe” di Grottaferrata».

Uno scorcio del Museo Tuscolano alle Scuderie Aldobrandini, suggestiva sede della serata inaugurale del festival
- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!