10.3 C
Roma
mercoledì 7 Dicembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitaneCinema, la Regione promuove il “made in Lazio” nelle coproduzioni internazionali

Cinema, la Regione promuove il “made in Lazio” nelle coproduzioni internazionali

Finanziamento di 10 milioni di euro suddivisi in 2 fasi nell’ambito di un sostegno complessivo di 70 milioni stanziati per i prossimi 7 anni

- Pubblicità -

Torna l’avviso Lazio cinema international, attraverso il quale la Regione sostiene, dal 2016, le coproduzioni internazionali made in Lazio con un primo finanziamento di 5 milioni di euro. Si apre infatti la prima delle due finestre previste per il 2022, durante la quale è possibile richiedere i finanziamenti. L’avviso, cofinanziato dal Por-Fesr 2021-2027, prevede uno stanziamento annuale di 10 milioni di euro che saranno suddivisi in due fasi nell’ambito di un sostegno complessivo di 70 milioni stanziati per i prossimi 7 anni.

Oltre al nuovo bando viene finanziato con cinque milioni di euro lo scorrimento dell’ultima finestra 2021 dell’avviso di Lazio Cinema International, portando così a 27 le opere sostenute dai bandi della Regione Lazio. Lazio Cinema International ha consentito di finanziare dal 2016 ad oggi, attraverso 7 bandi, 154 opere, realizzate da 220 imprese di produzione in rappresentanza di 33 Paesi esteri. Le pellicole finanziate hanno ricevuto 322 premi e 411 nomination nei più importanti festival internazionali, quali Cannes, Berlino, Venezia, Roma.

Altri nove milioni di euro sono destinati all’avviso pubblico dedicato alla produzione cinematografica e audiovisiva. La principale novità dell’avviso 2022 riguarda le premialità previste in fase di valutazione, a sostegno delle produzioni che aderiscano a protocolli green e garantiscano almeno il 50% di presenza femminile nei consigli di amministrazione delle società oppure nei cast e nelle troupe. Il fondo annuale, attivo dal 2013, ha permesso di finanziare nel 2021 un totale di 218 opere, tra cui prodotti di successo quali “Don Matteo” e “Doc – nelle tue mani”, oltre ad altri prodotti protagonisti del panorama cinematografico negli anni scorsi, quali “Diabolik”.

- Pubblicità -

«La Regione Lazio – ha detto il presidente, Nicola Zingaretti – conferma il suo impegno a favore del settore del cinema e dell’audiovisivo per promuovere le imprese di produzione cinematografica e il loro complesso indotto occupazionale ed economico. Con Lazio Cinema International portiamo le nostre produzioni in campo internazionale, con l’avviso dedicato alle produzioni cinematografiche sosteniamo le maestranze e le eccellenze del territorio. L’obiettivo è quello di rendere le nostre imprese sempre più competitive, valorizzare le bellezze della nostra regione, promuovere il turismo e far scoprire le straordinarie mete che questa splendida terra ci offre. Perché vogliamo rendere il Lazio “Terra di cinema”».

«Il cinema e l’audiovisivo – ha aggiunto Paolo Orneli, assessore allo sviluppo economico, commercio e artigianato, università, ricerca, start-up e innovazione della Regione Lazio – rappresentano non solo un punto di forza notevole della nostra economia, ma anche un formidabile strumento per internazionalizzare il territorio e costruire, a partire dalla cultura, una nuova stagione di crescita e di progresso per il Lazio per il nostro Paese».

Spiega Giovanna Pugliese, delegata al cinema del presidente della Regione Lazio: «In questo settore, dunque, il Lazio fa sempre più sistema, leader in Italia per produzione, numero di imprese e di addetti. La nostra è la seconda regione europea per investimenti a favore del cinema. Ogni anno investe milioni di euro per sostenere il comparto in tutte le sue declinazioni e attività: dalla scrittura alle sale. In quest’ottica è nato da poco lazioterradicinema.it, un “hub on line” punto unico di accesso per avere informazioni, conoscere location e protagonisti del mondo del cinema e dell’audiovisivo e dove, soprattutto, è possibile trovare tutte le principali novità degli avvisi che stiamo pubblicando e di quelli che continueremo a promuovere».

- Pubblicità -
Claudia Cavallini
Claudia Cavallini
Nata nel 2006 a Roma, vive felicemente nella sua amata cittadina in provincia di Roma: Fiano Romano. Frequenta il liceo scientifico “Margherita Hack” di Morlupo. Ha conseguito la licenza nella scuola secondaria di primo grado all’Istituto comprensivo Fiano, con votazione 10 e lode. Ha ottenuto la certificazione B1 preliminary della lingua inglese. Nel 2016 ha vinto il concorso letterario per piccoli scrittori indetto dal Comune di Fiano Romano. Collabora con la rivista “La Gazzetta del Tevere”. Dedica molte ore allo sport e segue il calcio. La sua grande passione è la danza: è iscritta a corsi di danza classica, contemporanea e hip hop. Partecipa a laboratori di teatro-recitazione e prende parte con entusiasmo agli spettacoli che vengono messi in scena. Fin da piccola ha manifestato una particolare predilezione per la lettura e la scrittura. Ha prestato sempre una speciale attenzione agli eventi che accadono in tutto il mondo e principalmente nel territorio in cui abita. Il motto che guida la sua vita è un aforisma di Friedrich von Schiller: «Chi non osa nulla, non speri nulla».
- Pubblicità -AD - Tipografia Giammarioli

Primo Piano

Ultimi Articoli