8.2 C
Roma
mercoledì 30 Novembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeAttualitàCarceri: nel Lazio stabile il numero dei detenuti ma con punte di...

Carceri: nel Lazio stabile il numero dei detenuti ma con punte di sovraffollamento

I dati del Garante dei detenuti: tasso di affollamento complessivo costante al 118 per cento; criticità a Latina, Civitavecchia e Regina Coeli

- Pubblicità -

Il 31 dicembre del 2021 le persone presenti negli istituti di pena nel Lazio erano 5.548, secondo i dati diffusi dal Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap), raffrontati con quelli del mese precedente. Si è registrata una diminuzione di 41 unità; la variazione percentuale è stata di – 0,4%. Prosegue il leggero trend discendente delle presenze che si è verificato per tutto il 2021 ma che tuttavia non è sufficiente a incidere in maniera significativa sui tassi di affollamento complessivi e specifici dei diversi istituti di pena della nostra regione. In alcuni, in particolare, si manifestano problemi di sovraffollamento.

È quanto rende noto in un comunicato l’ufficio del Garante dei diritti dei detenuti del Lazio, Stefano Anastasìa. Istituito con legge della Regione Lazio nr. 31 del 6 ottobre 2003, il Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale è un organo elettivo, nominato a cadenza quinquennale dal Consiglio Regionale. Il Garante del Lazio è stato il primo organo del genere istituito a livello regionale in Italia.

A livello nazionale, dopo una serie di mesi in cui si erano registrati incrementi significativi nel numero delle persone presenti, la popolazione detenuta si è ridotta di 459 unità, passando dalle 54.593 presenze di novembre a 54.134. Si tratta di una variazione percentuale dello 0,8%. «Va però sottolineato d’altro canto – secondo l’ufficio del Garante regionale – che a livello nazionale si sta verificando una ripresa dei contagi da Covd-19 piuttosto rapida e significativa che dovrebbe indurre a prendere misure molto più incisive di decongestionamento».

- Pubblicità -

A fine dicembre il tasso di affollamento complessivo negli istituti di pena del Lazio, calcolato sulla base della capienza regolamentare dichiarata dal Dap, sarebbe del 106% che dopo diverso tempo risulta allineato a quello che si registra a livello nazionale.

Guardando però più direttamente i dati di ogni singolo istituto in base ai posti effettivamente disponibili il tasso di affollamento complessivo del Lazio continua a mantenersi costante al 118%.

Si confermano le situazioni di consolidata e forte criticità a Latina (dove i presenti sono costantemente sopra il 170% rispetto ai posti disponibili), Civitavecchia, Regina Coeli, con tassi di affollamento effettivo che risultano superiori al 140%.  Un’ultima annotazione riguarda la presenza di detenuti in attesa di primo giudizio che si è ridotta ulteriormente nel Lazio attestandosi al 14,2%, inferiore a quella del mese precedente e a quanto si registra nel resto d’Italia (che si è comunque ridotta dal 16,2% di novembre al 15,7 % di fine anno).

- Pubblicità -
Redazione
Redazione
Metropoli.Online - Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli