14.6 C
Roma
sabato 2 Marzo 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCalcioColpo grosso del Monza a Frosinone

Colpo grosso del Monza a Frosinone

Ripresa bella e alla garibaldina, ma i ciociari pagano un primo tempo sbagliato: è il quarto ko di fila. Per i brianzoli tre punti importanti

- Pubblicità -

Il Frosinone perde (2-3) la seconda gara di fila in casa, la quarta consecutiva, pagando un primo tempo eccessivamente timoroso. Alla fine dei primi 45’ Monza al riposo grazie a due gol in fotocopia, entrambi maturati dentro l’area di rigore, firmati da Mota e V. Carboni. Al 10’ della ripresa un’autorete di Soulé porta i brianzoli sullo 0-3 ma il Frosinone risale sull’onda e tra l’11’ e il 31’ accorcia fino al 2-3 ma il miracolo di un pareggio, che avrebbe reso merito allo sforzo dei giallazzurri nella ripresa, non si concretizza.

GLI SCHIERAMENTI – Di Francesco continua a fare di necessità virtù e si schiera con 3-4-3 che all’occorrenza è un 3-4-1-2. Tra i pali c’è Turati, in difesa entra Lusuardi nella posizione di centrosinistra, con Monterisi omologo sul centrodestra e Okoli a guidare il pacchetto. Sulle corsie alte c’è il ritorno di Lirola a sinistra, Gelli confermato a destra, in mezzo al campo la coppia di mediani è composta da Harroui e Barrenechea. Quindi torna effettivo Reinier alto a sinistra o nella posizione di trequartista, torna Cheddira dal 1’ (assente dal 58’ della gara col Milan) al centro dell’attacco (mancava da titolare dalla gara con il Genoa in casa) e Soulé è il padrone della corsia di destra dell’attacco con licenza di andarsi a prendere le porzioni di campo più congeniali in base allo sviluppo della gara. Sono 4 i cambi rispetto alla gara di Roma contro la Lazio. Indisponibili Kalaj, Marchizza, Oyono e Brescianini.

Il Monza recupera tutti i giocatori in dubbio. Davanti a Di Gregorio, solita difesa a tre con D’Ambrosio al centro, Gagliardini e Caldirola. A centrocampo Ciurria e Pereira sono i laterali rispettivamente a sinistra e a destra, Pessina e Bondo i metronomi. Alle spalle della punta Mota, doppio trequartista con Colpani e V. Carboni.

- Pubblicità -

MOTA PORTA AVANTI IL MONZA – È un avvio di una partita a scacchi: le squadre per oltre 5’ si studiano in un fazzoletto di campo senza mai provare ad affacciarsi nelle aree avversarie. Al 6’ il primo squillo è del Monza che esce bene dal pressing giallazzurro: Colpani mira il palo alla sinistra di Turati e lo sfiora di poco. Pericolo per il Frosinone dopo un break di Caldirola e una transizione veloce di Mota. Buona la replica del Frosinone al 7’: Cheddira dal vertice alto di sinistra dell’area piccola spara fuori.

Un po’ farraginosa la manovra del Frosinone dalla cintola in su; il Monza quando attacca gioca sulla velocità degli arcieri. Sale la cifra tecnica e di intensità anche tra i giallazzurri ma al 13’ Pereira cerca dalla parte opposta Colpani, pallone interessante ma lungo per i brianzoli. È ancora il Monza che si va vivo nell’area del Frosinone al 17’: ci vuole una lettura tempestiva di Barrenechea ad evitare guai. Che arrivano 1’ dopo con un pallone al limite dell’area giallazzurra che Barrenechea non addomestica, Carboni allunga per Mota che infila Turati in uscita per il vantaggio del Monza che torna al gol dopo 322’ di astinenza proprio con lo stesso Mota.

Al 24’ il Monza concede qualcosa nella propria area, il Frosinone infiocchetta una palla-gol nitida: Monterisi alza la testa per Cheddira che alza la mira ma l’attaccante del Marocco è in offside. La gara si ferma per circa 2’ e 30” per un problema al circuito Var.

DI GREGORIO-MIRACOLO, POI ESCE PER INFORTUNIO E CARBONI RADDOPPIA – Stenta a rendersi pericoloso il Frosinone: il palleggio e la ragnatela del Monza imbrigliano le idee dei giallazzurri che però sono sfortunati al 32’ su una punizione angolata di Harroui, il pallone prende velocità a pelo d’erba ma Di Gregorio si allunga alla propria destra e devia in angolo con la punta delle dita. Si alza il ritmo, il Frosinone cerca di stringere nella propria metà campo i biancorossi. Al 35’ entrano in rotta di collisione Di Gregorio in uscita e Harruoi: restano entrambi a terra e debbono ricorrere alle cure dei sanitari ma rimangono in campo. Nel frattempo si scalda il secondo portiere del Monza, Sorrentino, mentre in Curva Nord uno striscione ricorda il supertifoso Marco Gatto scomparso prima di Natale.

Al 40’ deve lasciare il campo Di Gregorio, dentro Sorrentino. Un attimo prima una sbracciata di Bondo sull’attacco in area di Harroui lanciato dal tocco di Renier ma per la Ferrieri Caputi è tutto regolare. Un pallone filtrante di Reinier per Cheddira, ottima la lettura di Sorrentino. Non è ottima dall’altra parte la lettura dell’azione da parte di Soulé: break in mezzo al campo con la squadra proiettata nella metà campo del Monza, pallone rapido di Mota per lo scatto di V. Carboni che batte in velocità Barrenechea che abbandona la presa e infila Turati con un tocco in fotocopia con la rete del vantaggio. C’è il controllo della posizione dell’ex interista: gol convalidato e Monza che va al riposo sul doppio vantaggio.

SOULE’ NELLA PORTA SBAGLIATA, HARROUI RIDA’ SPERANZA E PABLO MARI’ SALVA DUE VOLTE – Dentro Mazzitelli e Caso dal 1’ al posto di Reinier e Lirola nel Frosinone a trazione super-anteriore che deve risalire la montagna del doppio svantaggio. E subito uno squillo: è Caso che al 2’ con un fendente di destro impegna alla deviazione in angolo Sorrentino dopo un lungo palleggio. Ha iniziato con gli occhi di tigre il Frosinone che cerca il gol che rimetta tutto in discussione.

Un cartellino giallo sulle spalle di Caldirola che deve affondare Cheddira a metà campo, dubbio anche sulla posizione da ultimo uomo del difensore. Si innesca l’asse Caso-Soulé al 7’: sinistro liftato dell’argentino ma Sorrentino para al centro della porta in presa alta. Al 10’ il Monza si trova sul 3-0 senza colpo ferire: pallone senza pretese di Colpani dentro l’area del Frosinone, azione in pieno controllo della difesa ciociara ma Soulé in arretramento infila nella propria porta rendendo vano l’estremo tentativo di Turati. Il tempo di rimettere il pallone al centro, il Frosinone si catapulta nell’area del Monza, Harroui sul passaggio di Monterisi si defila sulla destra e infila Sorrentino sul primo palo.

Di Francesco getta nella mischia Kaio Jorge per Cheddira, dall’altra parte dentro Pablo Marì per Gagliardini e Akpa Akpro per Colpani. Torna a crederci il Frosinone che ha bisogno però di un’altra scintilla. Spinge la Nord che sente il momento di difficoltà. Un pallone maligno di Gelli mette in difficoltà Sorrentino che guadagna una punizione per un presunto fallo di confusione che non c’è mentre Pablo Marì spazza. Si Salva il Monza al 22’ per due volte nella stessa azione del Frosinone che viene murato in entrambe le occasioni da Pablo Marì decisivo prima su Caso e poi su Mazzitelli a rimorchio.

CASO DI RIGORE, POI ASSALTO SENZA FRUTTI – Il Frosinone punta sulla verve di Caso che però a sinistra eccede nella combo passetti-finte-controfinte e la difesa del Monza si chiude a riccio. I brianzoli non escono dalla loro metà campo, un break giallazzurro di Monterisi su Pessina produce un filtrante per Caso che aggira alle spalle D’Ambrosio. All’ex interista non resta che atterrarlo: è rigore che Soulé realizza spiazzando Sorrentino e rimette in corsa il Frosinone.

Doppio cambio nel Monza, con Birindelli e Colombo per Pereira e Mota. I giallazzurri danno l’impressione di voler riordinare le forze e le idee per l’assalto finale, il Monza è rintanato nella propria metà campo come peraltro ha fatto per tutto il secondo tempo tranne che in occasione della sortita per lo 0-3. A 60′ dal 90’ Di Francesco getta nella mischia Cuni per Harroui e Ibrahimovic per Lusuardi. Tutta l’artiglieria a disposizione spalmata sul campo. Ma serve anche un pizzico di precisione mentre il Monza tenta di alleggerire la pressione con il palleggio.

Mazzitelli va a prendersi un angolo di caparbietà ma la difesa lombarda salva come può sulla traiettoria a spiovere dell’ex di turno. Al 90’ Turati chiude la traiettoria a Birindelli, dall’altra parte non ci sono tracce utili per Soulé. E sono 5’ di recupero. Il Frosinone mette in campo tutto quello che può attingere dal fondo di riserva, con 8 giocatori dentro l’area di rigore del Monza in pianta stabile. Ma il miracolo dopo un secondo tempo bello e giocato alla garibaldina non arriva. Il Frosinone paga un primo tempo totalmente sbagliato.

FROSINONE (3-4-1-2): Turati; Monterisi, Okoli, Lusuardi (39’ st Ibrahimovic); Gelli, Barrenechea, Harroui (39’ st Cuni), Lirola (1’ st Caso); Reinier (1’ st Mazzitelli); Soulé, Cheddira (15’ st Kaio Jorge).

A disposizione: Frattali, Cerofolini, Romagnoli, Garritano, Kvernadze, Bourabia, Ghedjemis.

Allenatore: Di Francesco.

MONZA (3-4-2-1): Di Gregorio (40’ pt Sorrentino); D’Ambrosio, Gagliardini (15’ st Pablo Marì), Caldirola; Pedro Pereira (31’ st Birindelli), Bondo, Pessina, Ciurria; Colpani (15’ st Akpa Akpro), Carboni; Mota (31’ st Colombo).

A disposizione: Gori, Donati, Izzo, Machin, Colombo, Carboni, Bettella, Cittadini, Ferraris, Kryakopoulos, Vignato S.

Allenatore: Palladino (squalificato), in panchina Citterio.

Arbitro: signora Maria Sole Ferrieri Caputi di Livorno; assistenti Christian Rossi di La Spezia e Salvatore Affatato di Domodossola; Quarto Uomo Livio Marinelli di Tivoli (Roma); Var Lorenzo Maggioni di Lecco, Avar Daniele Paterna di Teramo.

Marcatori: 18’ pt Mota (M), 45’ pt V. Carboni (M), 10’ st Soulé (aut.), 11’ st Harroui (F), 31’ st Soulé (r, F).

Note: spettatori totali: 13.146; abbonati: 10.684; Spettatori paganti: 2.462  (di cui 154 ospiti); Totale incasso compreso rateo abbonamenti: euro 279.010,59; angoli: 5-1 per il Frosinone; ammoniti: 29’ pt Gagliardini (M), 6’ st Caldirola (M), 8’ st Monterisi (F), 30’ pt D’Ambrosio (M), 35’ st Colombo (M), 44’ st Barrenechea (F); espulso: 30’ st Frattali (F); recuperi: 6’ pt; 5’ st

(Per gentile concessione di Frosinone calcio Magazine)

- Pubblicità -
Giovanni Lanzi
Giovanni Lanzi
Nato a Roma il 9 maggio 1961, residente a Frosinone. Sono un giornalista professionista ma ho anche una cultura informatica. Per 17 anni ho lavorato infatti nel Ced di un’azienda chimica, partendo da operatore e arrivando ad essere sistemista. Nel frattempo ho continuato a coltivare la mia passione di sempre, scrivere e raccontare fatti. Prima da collaboratore di un quotidiano locale, Ciociaria Oggi, e poi, una volta chiusa la lunga parentesi da informatico, da redattore e successivamente da Capo Servizio dello Sport di un altro quotidiano locale, La Provincia. Da 4 anni sono nell’Ufficio Stampa del Frosinone Calcio.
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!