21.9 C
Roma
giovedì 29 Settembre 2022
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo

HomeCronache MetropolitaneLa scuola di pittura delle antiche botteghe d'arte rivive ai Castelli Romani

La scuola di pittura delle antiche botteghe d’arte rivive ai Castelli Romani

In mostra a Villa Falconieri a Frascati, sede dell'Accademia Vivarium Novum, le opere degli allievi del corso di studi del progetto “Poikil”

- Pubblicità -

La meraviglia e la grande tecnica pittorica saranno protagoniste domenica 28 agosto a Villa Falconieri, a Frascati. In mostra ai Castelli Romani, nella sede dell’Accademia Vivarium Novum, le opere di giovanissimi pittori provenienti dai quattro continenti che si sono dati appuntamento nella dimora barocca per studiare la pittura come in un antica bottega, come in un’antica Accademia.

Attraverso lo studio approfondito delle tecniche tradizionali e delle discipline tramandate per secoli, sotto la guida del maestro Leonid Ilyukhin, direttore del progetto Poikil, associato al fecondo incontro con gli autori, poeti o filosofi, che da sempre hanno ispirato i più grandi movimenti artistici, gli studenti, radunati per seguire un mese di alta formazione, hanno affrontato i temi della composizione artistica, dell’anatomia, del disegno e della pittura, ma anche la storia dell’arte e della filosofia. Come tema del corso, infatti, quest’anno sono stati proposti i miti platonici.

Una mostra dal sapore antico e classico che riecheggia la grande tradizione delle Accademie come ad esempio quella francese e tedesca, che hanno contribuito alla formazione della cultura e del gusto nei secoli passati, un’occasione  per gli appassionati conoscitori anche di rivivere le atmosfere del Grand Tour. Un’esposizione da non perdere per la qualità delle opere esposte. Un’occasione unica per conoscere da vicino questi giovanissimi e talentuosi artisti dalla tecnica portentosa, che avvicineranno il pubblico non solo al godimento dell’opera finita e conclusa ma accompagneranno i più curiosi alla comprensione del lungo percorso che c’è dietro la realizzazione di un opera d’arte a partire dalla composizione  per finire al ritratto dal vero.

- Pubblicità -

Un’occasione per osservare lo spirito fondante del progetto Poikile e sostenere idealmente un movimento nascente che ha già dato un incisivo segno di quel che vuole trasmettere. Quest’anno, infatti, a Villa Falconieri s’è avviata una riqualificazione dell’ala dell’edificio ricostruito negli anni ’50, dopo il bombardamento del ’43, e s’è cercato di riportare “decoro” ad una parte che risultava, per scelte discutibili degli anni trascorsi, ben poco consona col resto della dimora barocca: una riqualificazione che prevede, nei prossimi mesi, anche importanti interventi pittorici legati alla tradizione ma con sensibilità contemporanea. 

Appuntamento, dunque a Villa Falconieri, per scoprire le opere degli artisti: Sheean Hanlan, Anna Iliukhina, Oscar Jin, Milad Amel-Kashipaz, Austin Lee, Celia Liberace, Gleb K. Liris, Emiliano Marini, Polina Mokhnach, Oliver Mottram, Adam Radzisz, Sasan Renani, Colleen Stapleton, Blas Issa Morel, Alice Trifonova.

Domenica 28 agosto dalle ore 10 alle 13 e dalle 15 alle ore 18, ingresso libero.

- Pubblicità -
Emanuela Bruni
Emanuela Bruni
Giornalista professionista. Capo ufficio stampa di varie istituzioni tra cui la Presidenza del Consiglio dei Ministri per oltre 15 anni, è stata la prima donna a ricoprire l’incarico di Capo dell’Ufficio del Cerimoniale di Stato della Repubblica Italiana. Ha lavorato per numerose testate tra cui la Rai e Il Sole 24 ore. Ha scritto numerosi libri, in particolare sulla storia delle donne, mai abbandonando la sua passione primaria per la Storia dell’Arte.
- Pubblicità -

Primo Piano