34.4 C
Roma
domenica 14 Luglio 2024
spot_img
spot_img

Giornale di attualità, opinioni e cronache dall'Italia e dal mondo
direttore: Massimo Marciano

HomeCronache MetropolitanePremio “Seneca”: Sannicandro di Bari “capitale” della letteratura per un giorno

Premio “Seneca”: Sannicandro di Bari “capitale” della letteratura per un giorno

Oltre cinquecento candidature da una quarantina di Paesi del mondo, per un totale di oltre mille opere in concorso. Premiazione il 14 ottobre

- Pubblicità -

Una sede di eccezionale suggestione per la cerimonia conclusiva della settima edizione del Premio accademico internazionale di letteratura contemporanea “Seneca”. Il prestigioso rinoscimento sarà assegnato il prossimo sabato 14 ottobre nella Sala delle Scuderie del Castello Normanno-Svevo di Sannicandro di Bari, in pieno centro storico della ridente cittadina a pochi chilometri dal capoluogo pugliese.

Il Premio è organizzato dall’Accademia delle arti e delle scienze filosofiche (Asf) di Bari. I riconoscimenti di quest’anno sono frutto dell’esame delle varie candidature fatto dal Comitato scientifico dell’Accademia. La commissione selezionatrice, presieduta dal professor Pasquale Panella, rettore dell’Accademia, è composta da autorevoli personalità ed esponenti del mondo della cultura, dell’informazione e della docenza accademica ed universitaria.

Per essere selezionate, sono giunte oltre cinquecento candidature da una quarantina di Paesi del mondo, per un totale di oltre mille opere in concorso. Numerose le personalità che verrano insignite del riconoscimento. L’organizzazione ha reso noto l’elenco dei premiati e la struttura della cerimonia di premiazione.

- Pubblicità -

I premiati dell’edizione del 2023

“Seneca di Bronzo” per la Letteratura alla scrittrice barese Gabriella Genisi. Premio “Auriga” per l’impegno sociale all’avvocato Nicodemo Gentile, presidente dell’Associazione Penelope Italia Odv. Premio “Minerva” al giornalista Antonio Peragine, direttore del Dipartimento di giornalismo e relazioni pubbliche internazionali dell’Università Federiciana popolare.

La Laudis Charta ob affirmata Opera et Studia è stata assegnata al professor Constantin Barbu e al professor Ion Deaconescu, entrambi rumeni, per la qualità del magistero universitario e l’apporto teorico ed esperienziale nell’approfondimento degli studi filosofici e delle Lettere. All’italo-senegalese professor Cheikh Tidiane Gaye, presidente dell’Accademia internazionale “Lèopold Sedar Séngor”, verrà attribuita la nomina di Cavaliere al merito accademico.

Nomina di Accademico ad honorem per la giornalista, scrittrice e diplomatica di Belgrado Slavica Pejovic, per il professor Pietro Totaro, direttore del Dipartimento di Scienze dell’antichità e del tardo antico, e per il professor Giuseppe Bonifacino, docente di letteratura italiana moderna e contemporanea al Dipartimento di lettere, lingue, arti, italianistica e letterature comparate, entrambi dell’Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari.

Saranno presenti anche la dottoressa Serpil Devrim dalla Turchia, membro del Pen International, associazione degli scrittori turca, e il professor Abdallah Gasmi dalla Tunisia, membro dell’Unione degli scrittori tunisini. Entrambi riceveranno la nomina ufficiale di Ambasciatore del Premio Seneca, ciascuno per il proprio Paese di origine.

Partecipanti da tutto il mondo

Notevole anche in questa VII edizione la partecipazione al Premio: un vero e proprio successo sancito dagli oltre cinquecento partecipanti provenienti da Italia, Albania, Algeria, Arabia Saudita, Argentina, Austria, Bangladesh, Belgio, Bosnia Erzegovina, Canada, Cina, Colombia, Corea del Sud, Croazia, Egitto, Filippine, Francia, Grecia, India, Indonesia, Iran, Israele, Kazakhstan, Libia, Macedonia, Marocco, Montenegro, Nepal, Nicaragua, Pakistan, Perú, Portogallo, Romania, Serbia, Spagna, Svizzera, Tunisia, Turchia, Ucraina, Usa, Venezuela, per un totale di oltre 1.250 elaborati.

Le presenze istituzionali e l’organizzazione

Hanno assicurato la loro presenza alla cerimonia di premiazione l’architetto Giuseppe Giannone e l’avvocato Gianfranco Terzo, rispettivamente sindaco e assessore alla cultura del Comune di Sannicandro di Bari, che ospita l’evento.

Per l’Accademia Asf: Massimo Massa, presidente del Premio “Seneca” e prorettore dell’Accademia; il giornalista Duilio Paiano, che avrà il compito di dialogare con i premiati alla carriera; Barbara Agradi, Laura Pavia, Gilberto Vergoni, Maria Teresa Infante La Marca e Gianfranco Longo, membri del Senato Accademico.

Sarà presente anche l’artista sanseverese Dino Bilancia, esponente di spicco dell’eccellenza artistica pugliese, a cui va il merito di aver realizzato i trofei dei Premi alla carriera. La direzione artistica della manifestazione è affidata a Maria Teresa Infante La Marca, scrittrice e direttrice del Dipartimento solidarietà e promozione sociale dell’Accademia, coaudivata da Laura Pavia, direttrice del Dipartimento di lettere e filosofia, e Giulia De Candia.

Si esibirà al pianoforte il direttore d’orchestra Sergio Lapedota e al canto lirico il soprano Bükem Burcu Kuru, dalla Turchia. Alla fotografia e alla consolle video Fabio Massa e Luca Massa. Addetto all’accoglienza degli ospiti Ottavio Tieri.

I patrocini istituzionali

Il Premio può contare su patrocini di importanti istituzioni, ottenuti nel corso delle varie edizioni:

  • Parlamento Europeo
  • Presidenza del Consiglio dei Ministri – Ufficio del Cerimoniale di Stato e per le Onorificenze
  • Senato della Repubblica Italiana
  • Camera dei Deputati
  • Ministero della Cultura
  • Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari
  • Università degli Studi di Foggia
  • Regione Puglia
  • Assessorato alla Culture del Comune di Bari
  • Comune di Sannicandro di Bari
  • Federuni, Federazione italiana tra le Università della terza età
  • Università della terza età “G. Modugno” di Bari
  • Penelope, associazione nazionale delle famiglie e degli amici delle persone scomparse
  • Acedémie Mondiale de Poèsie
  • Academia Internaţional Mihai Eminescu (Romania)

La cadre de partenariat “Mundus”  (Accordo multilaterale d’intesa)

  • Academia Tomitana (Costanza, Romania)
  • Academia Europeană de Științe, Arte și Litere Dimitri Cantemir (Bucarest, Romania)
  • Academia Universalis Poetarum (Costanza, Romania)
  • Accademia Europea delle Arti, Scienze e Lettere (Torino, Italia)
  • Acadèmie de la Poésie et de la Culture Mongole (Ulan Bator, Mongolia)
  • Acadèmie Internationale Léopold Sédar Senghor (Senegal)
  • Academia Hispanoamericana de Madrid (La Plata, Argentina)
  • Accademia delle Arti e delle Scienze Filosofiche (Bari, Italia)
- Pubblicità -
Sileno Candelaresi
Sileno Candelaresi
Impegnato nell'associazionismo imprenditoriale, mi interesso professionalmente del settore Horeca (hotellerie, restaurant, catering).
- Pubblicità -

Primo Piano

Ultimi Articoli

error: Content is protected !!