- Pubblicità -
Home Attualità Covid, tre zone rosse vicino Roma e Sassari per la variante inglese

Covid, tre zone rosse vicino Roma e Sassari per la variante inglese

0

Due nuove zone rosse nell’area metropolitana di Roma e una in provincia di Sassari per la scoperta di focolai della variante inglese di Covid. La decisione è stata comunicata nel pomeriggio dalla Regione Lazio e dai sindaci dei Comuni laziali interessati: Colleferro e Carpineto Romano. Il sindaco di Bono, nel sassarese, ha invece firmato un’ordinanza che dispone il lockdown nella cittadina sarda.

In una nota, la Regione Lazio ha comunicato che il Presidente, Nicola Zingaretti, ha firmato oggi l’ordinanza per istituire la zona rossa nei Comuni di Colleferro e Carpineto Romano a causa della forte incidenza e presenza della variante inglese. Per ciascuno dei Comuni si applicano le misure più restrittive di cui all’art. 3 del DPCM 14 gennaio 2021. Le disposizioni dell’ordinanza entrano in vigore dalle 1.00 di questa notte e verranno applicate per i successivi 14 giorni.

Nel Lazio c’è già un’altra zona rossa nella cittadina di Roccagorga, in provincia di Latina. «Abbiamo dovuto chiudere anche i varchi dei terreni privati, dovete capire che il rispetto delle regole è fondamentale per il bene di tutti», ha scritto oggi sui social la sindaca, Nancy Piccaro.

«Appena conclusa la riunione dei capigruppo, mi incontrerò con il sindaco di Carpineto Romano assieme agli assessori alla pubblica istruzione delle due città, per valutare attentamente la questione delle scuole», ha annunciato poco fa sulla sua pagina Facebook il sindaco di Colleferro, Pierluigi Sanna. Le restrizioni scatteranno dalla mezzanotte.

«Ci troviamo di fronte, ancora una volta, all’emergenza sanitaria causata dal covid – ha scritto pochi minuti fa sulla propria pagina social il sindaco del Comune di Bono, Elio Mulas -, questa volta in una veste nuova, quella inglese. Tutto ciò ci ha spinto, per senso civico, a emettere una nuova ordinanza. Le difficoltà in cui ci troviamo sono oggettive, motivo per il quale abbiamo già chiesto appoggio a livello regionale e statale, in modo da poter garantire ristoro a tutte quelle attività che, ancora, sono penalizzate da questa situazione. La decisione di chiudere è sofferta, ma pensiamo sia necessaria ad arginare questa nuova variante del virus».

L’emergenza è scattata perché il contagio è stato riscontrato in cinque persone, appartenenti al medesimo nucleo familiare. L’ordinanza dispone il lockdown nell’intero comune fino al 6 marzo.

Foto: panorama aereo di Colleferro (immagine dalla pagina Facebook del sindaco, Pierluigi Sanna)

Exit mobile version